Volkswagen: i 40 anni della Golf al Motor Show 2014

La storia della Volkswagen Golf in scena al Motor Show di Bologna.

La Volkswagen festeggia al Motor Show i 40 anni della Golf, la compatta che ha raccolto con successo la pesante eredità del Maggiolino ed è arrivata al 2014 attraverso 7 generazioni capaci di portare innovazioni nella sua categoria.

Non c'è niente da fare, di vetture come la Golf ce ne sono ben poche, auto capaci di sconfiggere il tempo divenendo sinonimo di qualità, sicurezza e affidabilità. Fino ad oggi ne sono state vendute circa 30 milioni di esemplari, e l'ultima generazione promette di continuare il trend positivo sulla scia dei modelli precedenti: d'altra parte è l'auto che ha fatto perdere il sonno niente meno che a Walter de Silva.

La prima generazione, opera di Giorgetto Giugiaro, creò il concetto di compatta sportiva, con la mitica GTI, ma nello stesso tempo fu apprezzata dal grande pubblico per le sue doti stradali e lo spazio a bordo. La seconda fu ancora più accogliente, smussò le linee facendole diventare più tondeggianti e portò in dote diverse novità come il Catalizzatore (1984), l'ABS (1986), il Servosterzo e persino la trazione integrale con la variante Syncro (1986).

Con la terza evoluzione della famiglia Golf arrivarono gli Airbag frontali, il motore a 6 cilindri per la versione VR6, ed il primo motore diesel ad iniezione diretta (1993). Inoltre, tornò in scena la Cabriolet e debuttò la prima wagon griffata Golf, denominata Variant.

La successiva Golf IV è forse quella che ha ottenuto più successo nella storia recente, con la sua linea proporzionata e moderna, la qualità decisamente superiore a tutte le concorrenti e l'introduzione dell'ESC. Inoltre, con la versione R32 dalle prestazioni sbalorditive (250 km/h di velocità massima) ,fece debuttare tra le compatte il Cambio a doppia frizione DSG.

La Golf V e VI, rappresentano la storia recente, fatta di migliorie significative, come il retrotreno multilink, il cambio DSG a 7 rapporti (Golf V), la sicurezza al top con le 5 stelle EuroNCAP (Golf 6) ed il passaggio per i motori diesel dal sistema Iniettore pompa a quello common rail.

Con l'ultima nata il peso è stato ridotto di 100 kg, grazie alla nuova piattaforma MQB, ed è arrivata la variante elettrica capace di 190 km di autonomia. Infine, con la GTE, la prima Golf ibrida plug-in, il consumo di carburante è diventato irrisorio: appena 1,5 l/100 km. 

Se vuoi aggiornamenti su VOLKSWAGEN GOLF inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 05 dicembre 2014

Altro su Volkswagen Golf

VW Golf Gti: per i 40 anni arriva il modello da costruire
Curiosità

VW Golf Gti: per i 40 anni arriva il modello da costruire

Iniziativa per i 40 anni di Golf Gti: in edicola il primo fascicolo per la costruzione del modello in scala 1:8.

Volkswagen Golf R by O.CT Tuning
Tuning

Volkswagen Golf R by O.CT Tuning

Corpo vettura immutato, ma una escalation di "cavalleria", a seconda del programma scelto - da 370 a 450 CV - per la Golf R dell'atelier svizzero.

Volkswagen Golf Gti Heartbeat Concept: svelata al Wörthersee
Tuning

Volkswagen Golf Gti Heartbeat Concept: svelata al Wörthersee

Una "one - off" allestita da un team di giovanissimi appassionati sulla base di Golf Gti Performance: è la "due posti" Heartbeat Concept da 400 CV.