Centenario Maserati: le considerazioni della famiglia e di Adolfo Orsi

I protagonisti della storia del Tridente si raccontano a Bologna nel giorno dell’anniversario per i 100 anni

Maserati Centenario 1 dicembre 2014

Altre foto »

Non c'è niente di meglio, quando si celebra una ricorrenza tanto importante quanto suggestiva, come quella relativa ai 100 anni di Maserati, che parlare con coloro che hanno partecipato in prima persona alla storia del Tridente. Così, abbiamo incontrato Carlo e Alfieri Maserati, rispettivamente figli di Ettore ed Ernesto per ricordare alcuni momenti salienti del cammino glorioso del Marchio italiano.

Alfieri, con evidente orgoglio, ci tiene a sottolineare che "la 16 cilindri fu l'auto più veloce sui 10 km lanciati nel lontano 1929, e che la Maserati fu l'unica auto europea a vincere ad Indianapolis dal 1919 al 1965". Con buona pace della Lotus, la quale, successivamente, trionfò con motori Ford.

Carlo invece, evidenzia un particolare non trascurabile, ovvero che "in realtà sono trascorsi 116 anni dalla partecipazione dei fratelli Maserati a delle competizioni, e questo li fa rientrare di diritto tra i pionieri dell'automobilismo sportivo". Inoltre, racconta di come i fratelli Maserati erano capaci di realizzare le loro vetture nella loro totalità in appena 6 mesi, eccezion fatta per la strumentazione e la parte elettrica, candele a parte s'intende.

Nell'incontro con i giornalisti Alfieri evidenzia il legame familiare e la dedizione al lavoro della famiglia Maserati che, grazie ad un'onestà verso i loro collaboratori, riusciva sempre a mettere tutti d'accordo. Così, come spiega Carlo: "negli anni '30 abbiamo maturato ben 13 record internazionali costruendo 3 tipi di vetture".

Auto splendide, dal valore storico inestimabile che hanno dato lustro all'automobilismo italiano e conquistato anche il trionfo mondiale nella categoria più difficile: la F1. Era infatti, il 1957 quando Fangio vinse il titolo con la Maserati, ed allora al comando dell'azienda c'era la famiglia Orsi, a rappresentanza della quale è intervenuto Adolfo Orsi, omonimo nipote di quell'Adolfo al quale fu offerta la Maserati nel 1937.

"Mio nonno era un imprenditore che creò la prima acciaieria in Emilia Romagna e nel 1947, quando realizzò la A6 1.5, completò il suo disegno di avere una produzione di macchine utensili, auto da corsa e vetture stradali". Insomma, era un investitore a tutto tondo che nel 1939-40, trasferì la Maserati a Modena, in quella che è ancora adesso la sede attuale. A proposito dell'azienda Orsi ci svela perché è così alta: "in origine doveva essere un tubificio".

Ma le iniziative di Adolfo Orsi non si limitarono alla produzione industriale ed alla creazione di automobili, "in tempo di guerra realizzò un camioncino elettrico per sopperire alla mancanza di carburante". Uomo lungimirante e precursore delle tendenze attuali, il Signor Orsi continuò a costruire le gran turismo modenesi anche quando l'attività non era così profittevole, vendendo diverse proprietà di famiglia pur di non abbandonare il Tridente.

"Negli anni ha avuto rapporti con diversi carrozzieri senza che uno di essi divenisse preponderante, come invece avvenne tra Pininfarina e Ferrari. Infatti, mio nonno interpellava di volta in volta nomi come Vignale, Frua o lo stesso Pininfarina, per poi verificare il successo delle loro linee durante i saloni. Il suo atteggiamento può essere spiegato dalla nascita di alcuni modelli di successo come la Ghibli che Giugiaro realizzò alla fine degli anni '60 o la Indy creata da Vignale".

Purtroppo però, le severe norme antinquinamento del mercato americano e l'introduzione dei Crash test costrinsero la famiglia Orsi a cedere la Maserati alla Citroen. Il resto è una storia travagliata che ha condotto al momento attuale, un bagliore lucente in un periodo tutt'altro che facile.

Se vuoi aggiornamenti su MASERATI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 03 dicembre 2014

Altro su Maserati

Maserati Ghibli 2017: l
Ultimi arrivi

Maserati Ghibli 2017: l'eleganza non ha prezzo

La berlina del Tridente si evolve mantenendo intatto il suo charme. Prezzi da 68.803 euro.

Maserati MC12, in arrivo una nuova generazione?
Anteprime

Maserati MC12, in arrivo una nuova generazione?

Secondo CEO di Maserati, Harald Wester, la nuova Maserati MC12 sarà realizzata in una edizione limitata nello stabilimento della Casa del Tridente.

Maserati Quattroporte MY 2017: primo contatto
Ultimi arrivi

Maserati Quattroporte MY 2017: primo contatto

Estetica rivista e tante novità tecnologiche per l’ammiraglia del Tridente.