Maserati Centennial Gathering: 100 anni del Tridente

Motori.it in tour attraverso la storia Maserati per la celebrazione dei 100 anni del Tridente.

Maserati Centennial Gathering: 100 anni del Tridente

Altre foto »

Un secolo fa, in Italia, è nata una Casa automobilistica entrata nella leggenda, che risponde al nome di Maserati. Adesso che il brand del Tridente è tornato agli antichi splendori, attraverso modelli che hanno incontrato il favore del pubblico, e che il piano di espansione procede senza intoppi, nella terra che ha dato alla luce questo storico marchio, si tengono le celebrazioni per i suoi 100 anni. Noi di Motori.it abbiamo preso parte all'evento del centenario, iniziato nella giornata di ieri, il 18 settembre, attraverso i luoghi che hanno reso celebre la Maserati.

La partenza è stata soft, e dopo l'appuntamento presso la statua del Nettuno, a Bologna, quella che ha fornito l'idea per il logo Maserati, c'è stato il trasferimento presso la prima officina di questa storica Casa automobilistica, in Via de'Pepoli. Tra quelle mura, circondati da cimeli storici, la suggestione di trovarsi nel luogo in cui le creazioni dei fratelli Maserati hanno iniziato a prendere forma, è stata fortissima. Ma ancora più sconvolgente è stato l'incontro, nella seconda parte della mattinata, con Carlo e Alfieri Maserati, figli di Ettore ed Ernesto Maserati. Ascoltare Carlo che riferiva di quando la nonna chiedeva ai suoi figli di andare piano mentre loro uscivano a collaudare auto prestazionali, sentirlo ricordare che i fratelli Maserati impiegavano solamente 6 mesi per realizzare un'auto pronta per correre producendo tutte le componenti tranne le ruote e la strumentazione, ci ha reso partecipi dell'estro di questa famiglia straordinaria. Alfieri ci ha illuminato sullo spirito innovatore della Casa del Tridente, capace, nel 1932, di produrre la prima auto da corsa con freni idraulici, una soluzione a cui gli altri arrivarono solo nel 1934. Inoltre, il suo omonimo e illustre antenato, aveva realizzato anche le candele alla Mica, che equipaggiarono anche l'aereo di Gabriele d'Annunzio durante il suo celebre volo su Vienna con la Squadra Aerea San Marco. Grazie all'isolamento alla Mica infatti, scongiurò i malfunzionamenti degli impianti elettrici dell'epoca.

Nel pomeriggio l'evento è proseguito presso il Museo Enzo Ferrari, a Modena, dove è stato possibile vedere da vicino le vetture della mostra "Maserati 100 - A Century of Pure Italian Sports Cars". Auto straordinarie come la Tipo 26 B del 1929, la prima a fregiarsi del logo del Tridente sulla calandra, o la 150 GT Spider Fantuzzi, allora carrozziere delle auto da corsa, hanno lasciato senza fiato la stampa internazionale. Ovviamente, non potevano mancare auto del recente passato come la Ghibli e la Mistral, e bolidi da corsa come l'inarrivabile MC12: l'ultima Maserati che ha sbaragliato la concorrenza internazionale sui circuiti di tutto il mondo!

Nella stessa location si è tenuta una conferenza stampa con tanto d'intervista esclusiva ad Adolfo Orsi, illustre esponente dell'omonima famiglia che entrò in possesso della Maserati dal 1937 al 1967. Cordiale e spigliato, nonché depositario di momenti incredibili nell'epopea del Tridente, Adolfo ha incantato la platea parlando della lungimiranza della sua famiglia nell'intraprendere la sfida agonistica americana che portò alla conquista della 500 miglia d'Indianapolis per ben due volte, dell'espansione commerciale vissuta dalla Maserati sotto la guida degli Orsi, e dell'amicizia con Fangio, il pilota con cui il Tridente trionfò in F1 durante un mondiale che resterà nella storia.

In serata, dopo il ritrovo esposizione in Piazza Grande, la carovana Maserati ha lasciato il centro di Modena tra la folla festante, consapevole di essere testimone di un anniversario importante per la città e per la storia automobilistica italiana. Più tardi, con la cena presso le linee produttive della GranTurismo e della GranCabrio, resa ancora più piacevole da un concerto di musica lirica della Fondazione Luciano Pavarotti, si è chiusa la prima giornata di quest'evento celebrativo . Un'ambientazione unica, a dir poco suggestiva, dove la storia si mescola alla musica e la potenza dei motori alle sonorità degli artisti del canto, per un crescendo di emozioni che ha avuto il suo culmine attraverso un filmato del compianto e inarrivabile Luciano Pavarotti impegnato nell'interpretazione del Nessun Dorma di Puccini.

Se vuoi aggiornamenti su MASERATI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 19 settembre 2014

Altro su Maserati

Maserati: la Alfieri rinviata al 2020
Anteprime

Maserati: la Alfieri rinviata al 2020

Maserati sembra aver rinviato al 2020 il debutto della Alfieri, originariamente attesa per quest'anno.

Maserati ad Auto e Moto d’Epoca 2016
Eventi

Maserati ad Auto e Moto d’Epoca 2016

Maserati espone a Padova passato e presente, grazie a storici modelli come la Birdcage Tipo 61 e il nuovo suv Levante.

Maserati elettrica, al debutto entro il 2020
Ecologiche

Maserati elettrica, al debutto entro il 2020

Anche Maserati si dice interessata alla propulsione elettrica, tanto da voler lanciare un proprio modello a zero emissioni entro il 2020.