Goodwood Festival of Speed 2014: i numeri di un successo

Chiude con un ottimo bilancio l’edizione annuale del Goodwood Festival of Speed. Tante le vetture in mostra e tanti i campioni dello sport presenti.

Goodwood Festival of Speed 2014: i numeri di un successo

di Giuseppe Cutrone

30 giugno 2014

Chiude con un ottimo bilancio l’edizione annuale del Goodwood Festival of Speed. Tante le vetture in mostra e tanti i campioni dello sport presenti.

Il Goodwood Festival of Speed 2014 si è concluso ieri regalando agli appassionati il consueto spettacolo fatto di motori e di tanti protagonisti del mondo del motorsport

Nato nel 1993 da un’idea di Lord March, proprietario dell’area in cui il festival della velocità si svolge, il popolare evento ha raccolto anche per l’edizione di quest’anno un seguito molto vasto, con un pubblico di 150.000 spettatori che ha seguito per quattro giorni le gare e le presentazioni di diversi modelli. 

Il bilancio parla di oltre 90 personaggi dello sport motoristico arrivati presso il circuito di Goodwood, con nomi del presente accompagnati dai campioni del passato. Il ferrarista Kimi Raikkonen, il pilota della McLaren Jenson Button, l’inglese della Mercedes Lewis Hamilton e l’ex pluri-campione del mondo rally Sebastien Loeb, adesso protagonista con Citroen nel WTCC, sono stati affiancati da leggende come John Surtees, Giacomo Agostini, Jackie Stewart, Emerson Fittipaldi, Freddie Spencer e Damon Hill. 

Per quanto riguarda le vetture, si sono segnalate le nuove Mercedes CLS, Ford Focus ST, Alfa Romeo e MiTo Quadrifoglio Verde, Bentley Continental GT3-R, Abarth 695 Biposto, Mazda MX-5 in edizione speciale, McLaren 650S GT3 e Infiniti Q50 Eau Rouge.

Tra le concept più interessanti ci sono state invece l’Aston Martin DP-100 Vision Gran Turismo e la Maserati Alfieri, che a Goodwood ha avuto l’occasione di festeggiare i 100 anni del marchio accanto alla GranCabrio MC Centennial Edition, nonché le personalizzazioni della Range Rover Sport SVR e la Jaguar F-Type Project.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...