Fiat Barchetta: un raduno per i 20 anni della roadster italiana

Una settimana per celebrare anche i 15 anni del Barchetta Club Italia

Fiat Barchetta: un raduno per i 20 anni della roadster italiana

Tutto su: FIAT

di Valerio Verdone

19 agosto 2015

Una settimana per celebrare anche i 15 anni del Barchetta Club Italia

Chi non ricorda la Fiat Barchetta? La roadster di casa nostra che ha avuto la sfortuna di avere la trazione anteriore e di nascere negli anni in cui debuttò la Mazda MX-5? Bene, la vettura del Lingotto aveva ed ha sicuramente diverse frecce al proprio arco, come una linea che ancora si lascia guardare con piacere ed un’agilità da vera 2 posti essenziale che diverte sul misto.

Quest’anno compie 20 anni e, osservandola non si direbbe, mentre il club di appassionati di questa roadster, quelli del Barchetta Club Italia, festeggiano i 15 anni dalla fondazione dell’associazione. Insomma, un mix che ha portato alla realizzazione, qualche tempo fa, di un raduno decisamente importante, durato ben 7 giorni.

Un appuntamento che è partito da Napoli, per poi proseguire attraverso tappe importanti come quella di Roma, di Maranello, dove c’è stata la visita al Museo Ferrari, e di Verona, fino ad approdare a Torino, nella sede del Lingotto. L’evento si è concluso sulla pista test di Mirafiori.

Con oltre 100 partecipanti, è stato l’equipaggio giapponese ad aggiudicarsi la coppa in premio che il Trofeo Barchetta, così è stato denominato il raduno, ha assegnato alla vettura che arrivava dal paese più lontano. Ma la cosa più strabiliante, è stata la premiazione dei due appassionati del Sol Levante, operata direttamente dal designer della Fiat Barchetta, ovvero Andreas Zapatinas.