Lexus IS Hybrid: nel backstage dello spot “Trace your Road”

Con Trulli al volante nessuna traiettoria è impossibile: Motori.it era nel backstage del nuovo spot della Lexus IS Hybrid.

Lexus IS Hybrid: nel backstage dello spot "Trace your Road"

di Valerio Verdone

09 settembre 2013

Con Trulli al volante nessuna traiettoria è impossibile: Motori.it era nel backstage del nuovo spot della Lexus IS Hybrid.

Diverso per definizione, innovativo per tradizione ed elegante come solo alcuni marchi premium sanno essere, il brand Lexus è originale in tutto, anche negli spot e per dimostrarci quanto sia importante per una Casa del genere la comunicazione, ci ha invitati dietro le quinte del nuovo sport pubblicitario ideato per lanciare la nuovissima IS Hybrid.

Il leit motive è identificato nel titolo di questa campagna, “Trace your road”, che ha coinvolto anche 10 persone, appassionate del mondo Lexus, selezionate attraverso la pagina Facebook del marchio. Anche dal punto di vista pubblicitario dunque, il brand giapponese ha sposato l’originalità, tracciando una strada mai percorsa prima, fatta di effetti speciali, d’interattività e di azione allo stato puro.

>> Guarda in anteprima le immagini dello spot “Trace your road” 

D’altra parte la regia è stata affidata ai Logan, quelli di Gymkhana con Ken Block, tanto per intenderci, che hanno lavorato nell’occasione con la casa di produzione Movie Magic. Nel progetto sono stati coinvolti anche i maghi degli effetti speciali newyorkesi di Fake Love e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

In pratica sono state utilizzate 3 camere, altre 5 montate nell’auto e dei proiettori sul soffitto di un hangar. Sì avete capito bene, un hangar, perché tutto si è svolto in una zona chiusa di un noto aeroporto in cui i protagonisti sono stati la Lexus IS Hybrid, Jarno Trulli e le 10 persone selezionate su Facebook. In pratica, la scena era buia, tanto che era difficile anche orientarsi dietro le quinte, mentre uno alla volta, i passeggeri dell’ex pilota di F1, disegnavano su un tablet una traiettoria ideale, svelata all’ultimo momento a Jarno attraverso i proiettori montati sul soffitto dell’hangar, e il driver doveva seguirla d’istinto, senza poter contare su nessun altro indizio relativo alla strada immaginaria da percorrere. Va da sé che le derapate, i cambi di direzione improvvisi si sono susseguiti in maniera rapida, decisa e inaspettata. In questo modo, ognuno dei partecipanti ha espresso la propria personalità, come possono fare i clienti Lexus, scegliendo la IS [glossario:hybrid] più adatta alle proprie esigenze, per percorrere una via diversa dagli altri.

“L’auto è agile – ha rivelato Trulli – anche se è difficile guidarla in queste condizioni”. Se lo dice lui, gli crediamo sulla parola, “penso che i passeggeri si siano divertiti, è un tipo di comunicazione che gli altri potrebbero prendere d’esempio”. Come nel caso dell’ibrido quindi, Lexus precorre i tempi.

“Trulli è simpatico”, racconta uno dei concorrenti, “è stata un’esperienza adrenalinica – gli fa eco un altro – sembra di essere in un video giochi”.”Auto al top, pilota al top, e tanto divertimento”, conclude uno dei partecipanti.

Ovviamente, dopo tanta azione, non abbiamo resistito a fare un giro insieme ai piloti istruttori della Toyota Driving Academy che hanno messo in mostra tutto il potenziale della IS [glossario:hybrid] in un tracciato ricavato su un tratto dell’aeroporto. Qui i 223 CV della berlina sportiva di Lexus hanno regalato a tutti emozioni incredibili nelle sapienti mani di professionisti del volante capaci di tenere sbandate controllate in tutta sicurezza anche quando il fondo è stato bagnato per renderlo ancora più insidioso. Divertente, sicura, affascinante e innovativa, la IS [glossario:hybrid] si presenta al grande pubblico con uno spot capace di emozionare.