Motor Show 2012 al via tra crisi e novità

C’è la crisi nel mondo dell’auto e questo si riflette al Motor Show 2012, che si terrà in forma ridotta ospitando le novità di 11 costruttori.

Motor Show 2012 al via tra crisi e novità

di Giuseppe Cutrone

04 dicembre 2012

C’è la crisi nel mondo dell’auto e questo si riflette al Motor Show 2012, che si terrà in forma ridotta ospitando le novità di 11 costruttori.

La crisi del mercato automobilistico europeo si fa sentire sul Motor Show 2012 che prenderà il via domani alla Fiera di Bologna. Come ogni anno, anche per l’edizione numero 37 l’evento metterà in mostra le novità dei principali costruttori, anche se a pesare è l’assenza di diversi marchi, i quali hanno preferito disertare l’appuntamento bolognese concentrandosi su altre manifestazioni, primo tra tutti il Salone di Detroit che si terrà il mese prossimo.

Per Giada Michetti, amministratore delegato di GL Events Italia, la società che organizza il Motor Show, il calo del mercato automobilistico ha inciso moltissimo, tanto che: “In cinque anni è cambiato il mondo: siamo passati da quasi 2,5 milioni di vetture immatricolate nel 2007 a 1,4 milioni di quest’anno, forse, con un calo del 44% che ci riporta ai livelli della fine degli anni ’70, ovvero proprio al termine del decennio in cui nasceva il Motor Show”.

GL Events Italia rivendica con forza il fatto di aver investito anche a fronte della pesante crisi del settore, riuscendo a portare al Motor Show 2012 undici marchi automobilistici con i propri stand ufficiali e alcune gradite anteprime.

Tra le novità in mostra in questi giorni a Bologna si segnalano infatti la nuova Dacia Sandero, la Dacia Lodgy, l’anteprima italiana della nuova Mercedes Classe B Natural Gas Drive, il prototipo della Classe B Electric Drive, le novità Opel Adam e Opel Mokka, la Volkswagen Glolf 7 GTI Concept la Eco Up!, la nuova Renault Clio Break e i test drive a bordo della Fiat Panda 4×4.

Oltre alle presentazioni dei modelli di serie, il Motor Show si segnalerà però, come sempre, anche per i cosiddetti eventi di contorno, con esibizioni di piloti e vetture da competizione che si sono distinte in tutto il mondo nell’anno in corso.

Il calendario prevede l’esibizione dei pit stop della Squadra Corse Ferrari il 7 dicembre, il Red Bull Speed Day l’8 e 9 dicembre, quando scenderanno in pista le Toro Rosso e la Red Bull F1 campione del mondo sia tra i costruttori che tra i piloti, con il titolo conquistato all’ultimo appuntamento in Brasile da Sebastian Vettel.

Tra le presenze accreditate per il fine settimana ci saranno poi una stock car Nascar, l’Audi R8 LMS che partecipa al WEC (campionato del mondo endurance), la Nissan 350 da drifting e la Citroen DS3 campione del mondo WRC con Sébastien Loeb, anch’egli presente all’evento insieme all’ex pilota di F1 David Coluthard, da poco ritiratosi dalle corse dopo aver chiuso la carriera in DTM, e l’ex campione dei rally Carlos Sainz.