Nissan NV200: il van giapponese si fa elettrico

Nissan ha iniziato i primi test per verificare l’affidabilità del veicolo commerciale leggero NV200.

Nissan NV200: il van giapponese si fa elettrico

di Andrea Barbieri Carones

05 luglio 2011

Nissan ha iniziato i primi test per verificare l’affidabilità del veicolo commerciale leggero NV200.

Nissan si lancia nel mercato dei veicoli commerciali compatti alimentati con motore elettrico. L’azienda ha infatti annunciato che in questi giorni inizieranno i test su un’auto a emissioni zero basata sulla NV200 e destinata principalmente al trasporto di merci.

A far da “cavia” alla prova è il servizio postale giapponese, che nella città di Yokohama (nell’area metropolitana di Tokyo) destinerà uno di questi mezzi alla consegna della posta in modo da poter verificarne i pro e i contro in un uso quotidiano. I test dureranno fino a settembre. Dopodiché, saranno coinvolte altre aziende – nel Sol Levante e in Europa – che saranno incaricate di provarlo e di riferire le proprie impressioni, prima di un’eventuale produzione su larga scala.

“Riteniamo che i veicoli elettrici avranno un ruolo fondamentale in futuro, dato che potranno coniugare mobilità con rispetto dell’ambiente” ha detto Hideto Murakami, corporate vice president di Nissan e responsabile a livello globale della Business Unit LCV. “Certamente i risultati e le opinioni forniteci dai clienti a seguito di questi test a livello mondiale, saranno utili per la progettazione dei nostri futuri prodotti; riteniamo che il nostro veicolo commerciale elettrico, nato sulla base di NV200, darà un grande contributo al business dei nostri clienti e allo sviluppo di una società sostenibile”.

Questo van è stato recentemente selezionato come taxi ufficiale della città di New York, dopo essere stato lanciato inizialmente in Europa e in Giappone nel 2009, e nel resto del mondo tra il 2010 e il 2011.