Toyota: il car-sharing diventa condominiale

Toyota darà il via nella primavera del prossimo anno a un progetto di car-sharing condominiale, che sarà sperimentato a Tokyo e ad Aichi.

Toyota: il car-sharing diventa condominiale

di Giuseppe Cutrone

13 giugno 2011

Toyota darà il via nella primavera del prossimo anno a un progetto di car-sharing condominiale, che sarà sperimentato a Tokyo e ad Aichi.

Dal 2012 Toyota sperimenterà in Giappone il car-sharing condominiale, un progetto che sarà attivo dalla primavera in due condomini della prefettura di Tokyo e in uno della prefettura di Aichi, dove le protagoniste saranno due esemplari della Prius Plug-in e della piccola iQ elettrica.

Le vetture verranno gestite da alcune società di noleggio e leasing che già adesso gestiscono veicoli del gruppo Toyota e beneficeranno di apposite aree di parcheggio e di nuove infrastrutture di ricarica realizzate per l’occasione.

La novità è rappresentata quindi dalla disponibilità dei veicoli non tanto su base cittadina, come già avviene in numerose città nel mondo, bensì su una dimensione più ristretta, legata appunto all’ambito condominiale, che ben si presta a un utilizzo trasversale e condiviso dell’automobile ecologica per tragitti di breve portata come può essere ad esempio la guida urbana.

Il progetto nascerà dalla collaborazione del costruttore giapponese e di alcune azione come la Nomura Real Estate e Daikyo Incorporated, con il contributo della Transport Machinery a cui sarà demandato l’incarico di progettare e costruire i nuovi parcheggi.