L’ACI chiede incentivi per l’auto elettrica

L’Aci e gli automobile club europei hanno ufficialmente chiesto alle autorità Ue di favorire la diffusione delle auto elettriche attraverso incentivi.

L'ACI chiede incentivi per l'auto elettrica

di Andrea Barbieri Carones

19 maggio 2011

L’Aci e gli automobile club europei hanno ufficialmente chiesto alle autorità Ue di favorire la diffusione delle auto elettriche attraverso incentivi.

In occasione del proprio convegno annuale in fase di svolgimento a Estoril, in Portogallo, i rappresentanti della Federazione internazionale dell’automobile e degli automobile club di Europa, Africa e medio Oriente hanno parlato di auto elettrica.

Il vicepresidente Enrico Gelpi, allo stesso tempo anche presidente dell’ACI, in apertura di congresso ha speso parole molto chiare in tal senso: “L’ACI e gli automobile club degli altri Paesi chiedono alle istituzioni europee di lavorare insieme alla creazione di un quadro integrato di riferimento per favorire la diffusione dell’auto elettrica, idonea a soddisfare il fabbisogno quotidiano di mobilità in ambito urbano salvaguardando l’ambiente”.

I rappresentanti presenti hanno così approvato un documento congiunto che sollecita la Commissione di Bruxelles e gli altri enti comunitari a promuovere politiche di incentivazione alla mobilità privata ecosostenibile, composta da veicoli progettati con tecnologie verdi di cui dotare soprattutto i veicoli adibiti a trasporto pubblico e alla distribuzione delle merci soprattutto in ambito urbano.

“Visto che oggi il settore dei trasporti dipende ancora per il 96% dal petrolio, la federazione ritiene che l’auto elettrica sia la soluzione più efficace – e subito disponibile – per muoversi a basso costo e con un limitato impatto sull’ambiente” ha aggiunto. E’ stato poi stigmatizzato il fatto che tali veicoli abbiano ancora dei prezzi di acquisto troppo elevati e non possano ancora avvantaggiarsi di una rete di ricarica capillare e livello europeo.

No votes yet.
Please wait...