Mitsubishi i-MiEV: con 12 esemplari è l'elettrica più venduta

Mitsubishi ha comunicato di aver distribuito già 5.600 esemplari della citycar elettrica i-MiEV. Di queste 12 sono arrivate in Italia.

Mitsubishi i-MiEV Test Drive

Altre foto »

La Mitsubishi i-MiEV è l'auto elettrica più venduta in Italia. Un traguardo che dimostrerebbe il successo del progetto realizzato in partnership tra Mitsubishi e PSA. Ma il condizionale è d'obbligo, perché a ben vedere si scopre che la Casa giapponese per raggiungere la leadership nel segmento ha dovuto immatricolare ben... 12 esemplari.

Non è uno scherzo, le i-MiEV vendute nel nostro Paese a quattro mesi dall'inizio della commercializzazione sono esattamente quelle indicate. Un po' più confortanti i dati europei, nei quali l'elettrica made in Japan vanta 1.300 vetture immatricolate.

I dati comunicati dalla stessa Mitsubishi fanno riflettere su quanto realmente il mercato auto sia aperto a soluzioni ecocompatibili come le elettriche. I problemi principali rimangono probabilmente l'elevato prezzo d'acquisto (o canone leasing) e la mancanza di infrastrutture di ricarica. Nodi che dovranno essere sciolti se i costruttori e i governi intendono proseguire sulla strada dell'elettrico.

La citycar elettrica è stata lanciata nel giugno 2009 ed è attualmente distribuita in Italia secondo alcune formule che prevedono il leasing o il noleggio a lungo termine. Nel primo caso, ad esempio, la i-MiEV è disponibile per clienti privati o per le aziende con una formula che prevede un versamento iniziale pari al 13% del prezzo di listino, a cui seguono poi dei versamenti mensili di 452 euro più IVA.

Altra possibilità di entrare in possesso della piccola Mitsubishi è il noleggio a lungo termine che prevede diverse offerte. Una di queste, offerta da Arval, prevede ad esempio un anticipo di 5.000 euro e un canone mensile di 560 euro più IVA, per una percorrenza complessiva di 50.000 km comprendente la polizza assicurativa RCA e la copertura per furto, incendio e danni alla vettura, oltre alla manutenzione ordinaria e straordinaria, compresi il cambio degli pneumatici e il soccorso stradale con traino.

La diffusione della i-MiEV ha dato il via anche ad una parallela crescita dei rivenditori attrezzati per l'assistenza di questo tipo di autovetture a emissioni zero allo scarico, caratterizzate da costi di gestione ridotti rispetto ai modelli tradizionali.

La compatta giapponese è caratterizzata infatti da un motore elettrico di 70 CV e una coppia di 180 Nm disponibile da fermo, mentre l'energia elettrica è immagazzinata in una batteria al litio ricaricabile dell'80% delle sue potenzialità in mezz'ora, mentre una ricarica completa richiesta 6 ore. L'autonomia dichiarata è di 150 km a una velocità massima di 130 km/h.

Se vuoi aggiornamenti su MITSUBISHI I inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 11 aprile 2011

Altro su Mitsubishi I

Mitsubishi i-MIEV in dotazione all
Ecologiche

Mitsubishi i-MIEV in dotazione all'Arma dei Carabinieri

Mitsubishi Motors Automobili Italia ha consegnato 23 i-MIEV elettriche ai Carabinieri, che le useranno anche in occasione dell'Expo 2015.

Mitsubishi i-MiEV: arrivano le versioni M e G
Ecologiche

Mitsubishi i-MiEV: arrivano le versioni M e G

Due livelli di equipaggiamento e prestazioni. Arriveranno in Giappone da fine luglio a partire dall'equivalente di 16 mila (la M) e 22600 euro (la G)

La Mitsubishi i-MiEV arriva in Europa
Ecologiche

La Mitsubishi i-MiEV arriva in Europa

Tutto è pronto per lo sbarco in Europa della Mitsubishi i-MiEV, la city car elettrica con 150 km di autonomia.