Toyota Prius C alla conquista dell’Australia

La compatta Toyota Prius C apre la strada alle ibride urbane dedicate ai giovani.

Toyota Prius C alla conquista dell'Australia

di Eleonora D'Uffizi

23 marzo 2011

La compatta Toyota Prius C apre la strada alle ibride urbane dedicate ai giovani.

Toyota si prepara a conquistare il mercato con la city car Prius C Concept, che entrerà in produzione nel 2012. Per valutare il gradimento degli acquirenti australiani nei confronti dell’ibrida ecologica e scattante, la Casa giapponese la esporrà in luglio all’Australian Motor Show di Melbourne. David Buttner, direttore esecutivo per le vendite e il marketing di Toyota Australia, crede che la vocazione urbana della Prius C possa aprire la strada alle auto ibride, ancora poco accettate nel continente. 

«Abbiamo deciso di portare l’auto al Motor Show australiano per testare l’attrazione dei consumatori, che ci aspettiamo appartengano a un target differente da quello che ha scelto la Prius attuale», ha detto Buttner. «Gli acquirenti sono quelli che amano le compact-car, i giovani single e le coppie, che desiderano una vettura adatta alla città che offra una soluzione economica per la spesa carburante e che sia divertente da guidare».
 
Con caratteristiche simili all’ibrida dal nome in codice FT-CH presentata al NAIAS di Detroit, la Prius C è di circa 560 millimetri più corta del modello base e 25 millimetri più stretta nelle fiancate. Mentre il lancio australiano può dipendere dalla risposta del pubblico alla sua apparizione di Melbourne, quello della Prius C sul mercato statunitense è già programmato per la prima metà del 2012.