Renault: 70 vetture elettriche per il Comune di Firenze

Renault ha consegnato ieri 70 veicoli elettrici al Comune di Firenze, che avrà a così a disposizione una flotta di Twizy e Kangoo Z.E.

Renault: 70 vetture elettriche per il Comune di Firenze

Tutto su: Renault

di Giuseppe Cutrone

01 aprile 2015

Renault ha consegnato ieri 70 veicoli elettrici al Comune di Firenze, che avrà a così a disposizione una flotta di Twizy e Kangoo Z.E.

Il Comune di Firenze punta sulla mobilità elettrica e sceglie Renault in qualità di partner per portare avanti questo progetto. La casa francese ha consegnato ieri alle autorità cittadine una flotta di auto a zero emissioni, che saranno utilizzate per l’espletamento di servizi tecnici, servizi per la scuola, per l’ambiente e per la sicurezza sociale. 

L’impegno di Renault con la città di Firenze si concretizza nella fornitura di 70 veicoli elettrici suddivisi tra 53 Renault Twizy, quadriciclo leggero dalla grande maneggevolezza ideale per l’uso urbano, e 17 Renault Kangoo Z.E., veicolo commerciale elettrico dotato di una buna capacità di carico e in grado di assicurare un’autonomia di 170 chilometri. 

Quella che unisce Firenze a Renault è una collaborazione avviata alcuni anni fa con la firma del protocollo d’intesa mirato ad incentivare la mobilità sostenibile nel capoluogo toscano. Durante la cerimonia di consegna, il Direttore Generale di Renault Italia, Bernard Chrétien, ha sottolineato: “Siamo grati al Comune di Firenze per la fiducia riposta in Renault e nella nostra gamma a zero emissioni. Vorrei sottolineare il valore zenn dei veicoli elettrici -zero emission, no noise- due caratteristiche fondamentali che costituiscono un vero beneficio per i nostri centri città, sempre più congestionati”.  

I progetti di mobilità elettrica fiorentini vanno oltre l’impiego di auto a zero emissioni nella flotta comunale e prevedono anche l’installazione di nuove colonnine per la ricarica che si aggiungeranno prossimamente a quelle già presenti. L’obiettivo è infatti quello di portare ad almeno 400 il totale dei punti di rifornimento cittadini. 

Firenze si affianca in questo modo ad altri centri toscani, tra cui Arezzo e Lucca, nel novero dei comuni che hanno deciso di investire sulla mobilità sostenibile.