Anche il Papa si converte all’auto elettrica

Papa Benedetto XVI ha chiesto di studiare una versione elettrica della papamobile.

Anche il Papa si converte all'auto elettrica

di Andrea Barbieri Carones

13 marzo 2011

Papa Benedetto XVI ha chiesto di studiare una versione elettrica della papamobile.

L’auto elettrica ha conquistato anche Papa Benedetto XVI. Dopo il presidente Usa, Barack Obama e dopo molti altri politici in giro per il mondo (talvolta per darsi solo un’immagine ambientalista…) ecco che i veicoli emissioni zero conquistano il cuore del Pontefice, che ha formalmente chiesto di essere dotato di una Papamobile a emissioni zero.

In fondo la strada che percorrerà tale veicolo è alquanto ridotta, visto che dovrà servirà solo per muoversi tra i fedeli in piazza San Pietro. Il problema, tuttavia, non è di facile soluzione visto che la blindatura dell’auto papale, combinata a una scarsa ripresa dei veicoli elettrici, renderebbe la Papamobile poco sicura in caso di emergenza.

La precedente Fiat Campagnola e le attuali Mercedes ML (serie W163) in allestimento specifico e Mercedes Classe G hanno invece motorizzazioni tradizionali, sufficientemente potenti da spostare le tonnellate della blindatura con una discreta agilità.

Ma c’è da scommettere che gli ingegneri sono già al lavoro per creare questa “emissioni zero” al fine di contribuire a rendere il Vaticano il primo Stato “carbon free” al mondo.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...