Byton concept: il SUV elettrico protagonista alla Milano Design Week

Il SUV ad emissioni zero sviluppato dalla starup cinese sarà presente a Milano per la Design Week 2018.

Byton concept: il SUV elettrico protagonista alla Milano Design Week

di Francesco Donnici

12 aprile 2018

La Byton Concept si presenta come un futuristico SUV a trazione elettrica realizzato da una startup cinese che può vantare nel suo team composto molti ex manager impegnati nello sviluppo dei modelli elettrificati targati Bmw, tra cui Carsten Breitfeld, Benoit Jacob, Henrik Wenders, Dirk Abendroth e Daniel Kirchert. Dopo aver debuttato in grande stile sotto i riflettori del CES di Las Vegas 2018, la Byton Concept è pronta a diventare una delle indiscusse protagoniste della Milano Design Week che si svolge in questi giorni nel capoluogo lombardo.

Grazie anche all’appoggio di due colossi del calibro di colossi Foxconn e Tencent, la startup cinese è pronta a lanciare il suo primo veicolo sul mercato cinese già il prossimo anno, per poi approdare nel 2020 prima negli Stati Uniti e poi in Europa, offrendo la vettura ad un prezzo di partenza che dovrebbe essere pari a 37.500 euro. La piattaforma modulare su cui si basa la Byton dovrebbe dare vita ad un’intera gamma di modelli composta da una berlina che dovrebbe debuttare nel 2021 e da un veicolo 7 posti pronto al lancio commerciale nel 2022.

Dal punto di vista delle dimensioni, il SUV elettrico con passaporto cinese misura 4,85 metri lunghezza e vanta un passo pari a 2,945 metri, misure più che sufficienti ad ospitare comodamente 5 persone adulte.  Esteticamente il veicolo 100% elettrico si distingue per la presenza nella zona anteriore e in quella posteriore di due una firme luminose a LED che si sviluppano in senso orizzontale. La vettura non ha maniglie dedicate all’apertura delle portiere, ma si basa su un sofisticato sistema di riconoscimento facciale che sfrutta tre telecamere capaci di esaminare i dati biometrici delle persone. In questo modo è possibile riconoscere le persone autorizzate  all’accesso dell’auto e di conseguenza sbloccare le aperture del veicolo. All’interno del futuristico abitacolo troviamo un “touchscreen” sul volante ed un enorme display da 1,25 metri installato sulla plancia che può essere gestito tramite comandi vocali e che permette di interfacciarsi  all’assistente Amazon Alexa.

Per quanto riguarda la meccanica, la Byron Concept verrà proposta in due differenti versioni: la prima avrà trazione posteriore e una potenza di 200 kW, mentre la top di gamma vanterà una trazione su quattro ruote e una potenza pari a 350 kW. La prima variante sarà abbinata ad una batteria da 71 kWh capace di offrire un’autonomia di 400 km, mentre la seconda avrà una batteria da 95 kWh capace di assicurare 520 km di autonomia.