Hyundai Kona elettrica: la vedremo al Salone di Ginevra?

Una inedita variante 100% elettrica (fino a 390 km di autonomia) del B-SUV coreano è già disponibile alle ordinazioni nel mercato interno. Secondo alcuni “rumors” potrebbe debuttare in Europa dopo metà 2018.

Hyundai Kona elettrica: la vedremo al Salone di Ginevra?

Tutto su: Hyundai Kona

di Francesco Giorgi

05 febbraio 2018

Hyundai prepara una inedita variante elettrica per la nuova Kona, il B-SUV chiamato ad un ruolo di competitor nei confronti di Citroen C3 Aircross, Peugeot 2008 e Seat Arona (per citare soltanto alcuni dei modelli di rilievo in tale segmento) di recentissimo debutto sul mercato.

Secondo alcuni “rumors” sul web, il marchio coreano è in procinto di arricchire la lineup di Kona (qui il nostro primo contatto) con una versione 100% elettrica: l’anteprima potrebbe essere presentata già all’imminente Salone di Ginevra (in programma dall’8 al 18 marzo). Ciò potrebbe indicarne un debutto commerciale europeo presumibilmente dopo la metà di quest’anno: in effetti, Hyundai Kona Electric è già disponibile alle ordinazioni in Corea del sud.

Ovviamente, bocche cucite in merito ad un prossimo “sbarco” del “compact-SUV” di Hyundai in Europa: nei prossimi giorni se ne saprà di più. Maggiormente delineato è, invece, un primo dettaglio relativo all’impostazione powertrain: Hyundai Kona Electric porta in dote, quale peculiarità di rilievo, l’offerta fra due tipologie di batteria per l’alimentazione di un motore elettrico da 204 CV (collegato all’avantreno), che differiscono fra loro in base alla capacità di accumulo e, dunque, in termini di autonomia massima.

Il primo dei due accumulatori agli ioni di litio che verranno adottati da Hyundai Kona Electric dispone di 39,2 kWh di capacità, sufficienti – secondo gli standard di omologazione in vigore in sud Corea, e non molto dissimili da quelli USA – a garantire al B-SUV zero emissioni una percorrenza massima nell’ordine di 240 km; la versione “maggiorata” si avvale di una batteria da 64 kWh, che offrirebbe a Kona Electric un’autonomia di circa 390 km o qualcosa di più.

Sul mercato interno, Hyundai Kona Electric viene proposta ad un prezzo di listino che parte da 43 milioni di Won, corrispondenti a poco più di 32.000 euro (ricordiamo che, per l’Italia, Kona debuttò lo scorso autunno ad un prezzo-lancio da 19.450 euro di partenza).

Più avanti saranno resi noti anche i dettagli relativi all’allestimento di Kona Electric, per il quale è facile attendersi l’adozione di alcuni particolari specifici ad arricchire la dotazione di serie, già accurata nelle varianti di recente debutto sul mercato: fra gli equipaggiamenti adottati da Hyundai Kona nella lineup “Classic” di ingresso in gamma, ci sono le modanature esterne in resina per la protezione del corpo vettura, cerchi da 16”, climatizzatore manuale, divanetto posteriore frazionabile, impianto infotainment (su schiermi touch da 5 7” ed 8”, a seconda della versione) con sistema di connettività Bluetooth, Cruise Control e Lane Keeping Assist. Sotto il cofano, Hyundai Kona è disponibile in Italia su tre motorizzazioni e quattro livelli di potenza: la piccola 1.0 turbo benzina da 120 CV, il 1.6 benzina turbo da 177 CV e il 1.6 turbodiesel da 115 e 136 CV. La trazione è esclusivamente anteriore per i modelli 1.0 120 CV benzina e 1.6 115 CV turbodiesel, e disponibile a quattro ruote motrici per il 1.6 turbo benzina 177 CV e il 1.6 gasolio da 136 CV.