Porsche: allo studio una piattaforma per sportive elettriche

Si chiamerà SPE e verrà utilizzata anche da Audi e Lamborghini per le loro vetture supersportive ad impatto zero.

Porsche: allo studio una piattaforma per sportive elettriche

Tutto su: Porsche

di Valerio Verdone

12 gennaio 2018

Ormai è chiaro, l’elettrico è il futuro, anche quando si parla di supercar, perché se fino ad oggi ci siamo fatti un’idea sulle vetture ad impatto zero relative alla mobilità in città, in realtà le unità elettriche sono perfette per la guida sportiva, con tanto di coppia istantanea e grandi potenze che arrivano subito alle ruote senza buchi d’erogazione.

Per questo motivo un brand come Porsche è ormai in dirittura d’arrivo per la Mission E, nome decisamente evocativo, e sta sviluppando una nuova piattaforma per le sportive a tre porte denominata SPE, quest’ultima sarà tutta nuova e potrebbe essere utilizzata in futuro anche da Audi e Lamborghini.

D’altra parte, una nuova R8 elettrica non è utopia così come una vettura del Toro con questa soluzione tecnica, visto che recentemente ha anche presentato un concept totalmente elettrico. Ovviamente, la curiosità sui possibili sviluppi di questa architettura sono molteplici, ma è chiaro che al momento ci sono bocche cucite sull’argomento.

Infatti, ancora non è possibile sapere se ospiterà le meno ingombranti batterie con celle allo stato solido, e se ci sarà un motore elettrico oltre a quelli che opereranno sui due assi. Ad ogni modo, il gruppo VW ha annunciato che prevede di lanciare più di 80 nuovi modelli elettrici entro il 2025: 50 alimentati esclusivamente a batteria e 30 ibridi plug-in.

Chiaramente, anche le sportive faranno la loro parte, e la Porsche, che ha in bacheca le ultime 24 Ore di Le Mans, è la più indicata per sviluppare vetture ad alte prestazioni, o quanto meno le tecnologie che dovranno utilizzare; ecco quindi che la Mission E, per quanto attesa, sarà solamente un gustosissimo antipasto.