Genovation GXE: al CES di Las Vegas la Corvette C7 elettrica da 800 CV

Valori prestazionali “mostruosi” e prezzo adeguato per l’edizione a zero emissioni della supercoupé GM: 800 CV di potenza, 0-100 km/h in 3”, 280 km di autonomia.

Genovation GXE: al CES di Las Vegas la Corvette C7 elettrica da 800 CV

di Francesco Giorgi

11 gennaio 2018

Non soltanto soluzioni hi-tech rivolte alla guida autonoma: se queste rappresentano le innovazioni di maggiore rilievo (come dimostrato dai big player automotive presenti alla rassegna), il CES di Las Vegas costituisce anche un invitante palcoscenico per i costruttori più piccoli, in grado di presentare novità che in alcuni casi hanno del clamoroso. È il caso di Genovation, factory del Maryland specializzata nello sviluppo di sistemi di propulsione elettrica di altissima gamma, che dopo le prime anticipazioni di alcuni mesi fa si presenta al CES di Las Vegas con GXE, una supercar a zero emissioni annunciata come “L’auto elettrica stradale più veloce del mondo”.

Genovation GXE, svelata al Las Vegas Convention Center in versione pronta al debutto sul mercato, rappresenta una coerente evoluzione 100% elettrica di Chevrolet Corvette C7. L’aggettivo “coerente” va interpretato in chiave high performance: se nella versione “di serie”, la coupé Chevrolet viene equipaggiata con l’unità LT1 “Small Block” V8 da 6,2 litri da 450 CV e 610 Nm di coppia massima, dotato di sistema di disattivazione dei cilindri “Active Fuel Management”, fasatura variabile e lubrificazione a carter secco, la “derivata” elettrica Genovation GXE mostra al pubblico una personale carta d’identità di tutto rilievo: 800 CV di potenza ed una forza motrice massima nell’ordine di circa 950 Nm.

Una “cavalleria monstre”, ricavata da un’unità elettrica sviluppata appositamente e che trova posto nell’ampio vano anteriore che solitamente ospita la “tradizionale” motorizzazione V8 LT1, abbinata al medesimo gruppo trasmissione di Corvette C7 (cambio manuale a sette rapporti oppure trasmissione automatica GM disponibili in alternativa).

Oltre all’inedita propulsione 100% elettrica, Genovation GXE presente in questi giorni al CES di Las Vegas evidenzia una serie di dettagli personali al corpo vettura (che verrà proposto nella combinazione di tinta dell’esemplare in esposizione al CES di Las Vegas, oppure in una tinta personalizzata su richiesta del singolo acquirente): in rapporto a Corvette C7, la supercoupé “zero emission” sviluppata dalla factory del Maryland si distingue per l’adozione di specifiche appendici aerodinamiche, finalizzate al massimo rendimento energetico del veicolo. La parte anteriore di Genovation GXE viene arricchita con uno splitter supplementare, in abbinamento ad un nuovo “scudo” dalle prese d’aria leggermente ridotte rispetto a Corvette C7 e al cofano anteriore di nuovo disegno; nuove “minigonne”, provviste di relative feritoie, sono state studiate per abbinarsi alla parte bassa delle fiancate; posteriormente, le modifiche risultano altrettanto marcate: un vistoso diffusore, unitamente ad un ampio alettone, contribuisce all’affinamento del carico aerodinamico in funzione della elevatissima potenza sprigionata dal veicolo. Un set di cerchi in fibra di carbonio, l’impianto frenante carboceramico e una esclusiva finitura per l’abitacolo completano l’identità di Genovation GXE.

I valori prestazionali dichiarati dai tecnici Genovation per la supercoupé GXE a zero emissioni sono strabilianti, allo stesso modo del prezzo di vendita: velocità massima 354 km/h, accelerazione da 0 a 100 km/h in 3”, e autonomia massima di circa 280 km. Il tutto viene proposto (a tiratura limitata: ne sono state programmate 75 unità) ad un prezzo base di 750.000 dollari.