Rivoluzione Toyota: da gennaio 2018 non vende più motori diesel

Dal primo gennaio 2018 la gamma “passenger cars” di Toyota offrirà solo motori ibridi e unità a benzina di piccola cilindrata con lo scopo di abbattere le emissioni inquinanti.

Rivoluzione Toyota: da gennaio 2018 non vende più motori diesel

Tutto su: Toyota

di Francesco Donnici

04 gennaio 2018

Il Gruppo Toyota è uno dei colossi automobilistici più attenti all’ambiente, ad esempio la gamma del suo marchio premium Lexus propone  in Italia da molto tempo un’offerta totalmente ibrida (Full Hybrid) capace di offrire ottime prestazioni a fronte di consumi ed emissioni inquinanti contenuti come sottolineato dalla strategia “100% Self Charging Hybrid”.

Seguendo questo percorso di mobilità sostenibile, anche il brand Toyota ha annunciato una novità rivoluzionaria, ovvero proporre dal primo gennaio 2018 una gamma di auto totalmente priva di motorizzazioni diesel. Oltre ai modelli Aygo, C-HR e Prius, da oggi anche Yaris, Auris e RAV4 rinunceranno alle unità alimentate a gasolio.

Il nobile obiettivo della Casa dei tre ellissi è quello di ridurre in modo significativo le emissioni nocive di polveri sottili e NOx in modo da salvaguardare l’ambiente e la salute delle persone. Come se non bastasse, tutti i modelli precedentemente citati – ad eccezione della piccola Aygo – saranno proposti anche con tecnologia ibrida in grado di abbattere consumi ed emissioni inquinanti.

Questa fondamentale tappa rientra nel piano di elettrificazione del Gruppo nipponico che ha come ambizioso obiettivo quello di vendere entro il 2030 ben 5,5 milioni di auto elettrificate ogni anno, di cui ben 1 milione con meccanica a zero emissioni (BEV e FCEV).

Il Costruttore giapponese punta decisamente in alto, considerando che questi risultati da raggiungere nel medio termine fanno parte della più ampia strategia battezzata Environmental Challenge 2050 che punta alla piena sostenibilità dell’intero ciclo di vita di una automobile riducendo in questo modo l’impatto sull’ambiente della produzione e della circolazione dei veicoli.

Il piano ecosostenibile di Toyota trova inoltre un grande sostegno nei risultati ottenuti nell’anno appena trascorso: sono infatti ben il 71% di persone in più hanno optato per una vettura ibrida rispetto al 2016, pari a 180mila italiani che hanno acquistato una vettura con meccanica ibrida firmata Toyota o Lexus, ovvero oltre il 60% del totale delle vendite del Gruppo.  Sulle piccole e compatte Toyota insieme alle motorizzazioni ibride rimarranno disponibili le varianti a benzina 1.0, 1.2 e 1.5 litri, inoltre ricordiamo che non fanno parte della gamma “passenger cars” di Toyota i modelli fuoristrada e commerciali: Hilux, Land Cruiser, Proace e Proace Verso.