Auto ibride ed elettriche: in Norvegia superano il 50% del mercato

Un nuovo record per la mobilità ecosostenibile frutto di agevolazioni importanti e di forti sconti sul nuovo difficile da raggiungere altrove.

Auto ibride ed elettriche: in Norvegia superano il 50% del mercato

di Valerio Verdone

04 gennaio 2018

In Norvegia le vendite di auto elettriche e ibride hanno superato la metà delle nuove immatricolazioni nel 2017. Infatti, hanno rappresentato il 52% delle immatricolazioni di auto nuove contro il 40% del 2016, in base ai dati della Norwegian Road Federation (OFV).

Pur escludendo le ibride classiche (non plug-in), come ha fatto l’International Energy Agency (IEA) le vendite di auto elettriche ed ibride ricaricabili in Norvegia sono salite al 39% nel 2017 rispetto al 29% del 2016.

Tutto questo è stato possibile grazie a generose sovvenzioni che hanno reso particolarmente favorevole il passaggio dalle auto a motore termico. Si tratta di somme che possono valere migliaia di dollari l’anno in quanto includono il parcheggio gratuito o agevolato, la ricarica, l’utilizzo di strade a pedaggio, di traghetti e di gallerie.

Volendo fare un esempio, un’auto elettrica del calibro della Volkswagen e-Golf, in Norvegia è in vendita a 262.000 corone, l’equivalente di 32.300 dollari, un prezzo poco al di sopra del costo di importazione che equivale a 260.000 corone, in base ai dati forniti dalla Norwegian Electric Vehicle Association. Una Golf equivalente ma alimentata a benzina, che costerebbe appena 180.000 corone d’importazione, dopo le varie tasse tra cui quella sul carbonio, arriva ad un prezzo di 298.000 corone e quindi diventa meno appetibile, considerate anche le agevolazioni destinate alle auto elettriche appena citate.

Nel 2017 le vendite sono state spinte anche dall’arrivo della nuova Volkswagen e-Golf, della BMW i3 restyling, dalla Toyota RAV4 Hybrid e Tesla Model X. Al momento, stando così le cose, non è inverosimile l’obiettivo non vincolante fissato lo scorso anno dal parlamento norvegese che si auspica di vendere entro il 2025 solamente auto ad emissioni zero. Una scelta ancora più radicale di quella presa da Francia ed Inghilterra che prevedono di vietare le vendite di auto a benzina e diesel entro il 2040.

Comunque, al di là dei dati positivi, è doveroso chiarire che non è semplice per altre nazioni seguire la strada norvegese visto che gli introiti derivanti dalla produzione di petrolio e gas hanno consentito al paese scandinavo di accumulare il più grande fondo sovrano del mondo, dal valore di 1 trilione di dollari.