Rolls-Royce Phantom 2018: sarà anche elettrica

Sarà una vettura che risponderà alle nuove esigenze della mobilità

Rolls-Royce Phantom 2018: sarà anche elettrica

Tutto su: Rolls-Royce Phantom

di Valerio Verdone

06 dicembre 2017

Anche la Rolls-Royce si converte all’elettrico, e lo farà in un futuro prossimo con la nuova Phantom come è stato recentemente decretato dal Ceo della Casa britannica Torsten Müller-Ötvös e sarà una vettura ad impatto zero senza compromessi.

Insomma, non Rolls-Royce non percorre la strada dell’ibrido, va direttamente sull’elettrico ma non per un’esigenza richiesta dalla facoltosa clientela, piuttosto per la necessità di continuare ad offrire auto adatte anche ai mercati asiatici dove si apprestano a scomparire le vetture a combustione interna. Una situazione che dovrebbe condizionare anche i mercati europei.

Ma non è tutto, perché le Rolls-Royce future saranno delle auto che riusciranno a fare la differenza anche a livello di guida autonoma, ma senza attingere a piene mani ai sistemi presenti nella galassia BMW. Infatti, lo scopo della Casa inglese è quello di realizzare dispositivi di guida autonoma più avanzati di quelli della Casa dell’Elica attuali, in pratica l’intenzione è quella di offrire una guida che sia completamente indipendente, nella quale non ci sia la necessità di mettere le mani sul volante come avviene attualmente.

Noi rimaniamo in attesa che questa nuova vettura di lusso ad impatto zero diventi realtà, con molto interesse anche per quanto riguarda gli ausili alla guida che potranno sostituire realmente il guidatore. Certo, ad oggi è difficile immaginare una Rolls-Royce elettrica, ma questo è il futuro e anche un brand così blasonato come quello inglese sta entrando nell’ottica di adottare questa filosofia costruttiva.