Riich M1 EV: gemella elettrica e cinese della DR1

La Riich M1 EV è il primo modello elettrico di produzione cinese. Costa circa 16.000 euro e condivide gli stessi componenti della DR1

Riich M1 EV: gemella elettrica e cinese della DR1

di Francesco Donnici

09 novembre 2010

La Riich M1 EV è il primo modello elettrico di produzione cinese. Costa circa 16.000 euro e condivide gli stessi componenti della DR1

La Casa automobilistica Chery ha lanciato sul mercato la Riich M1 EV, primo modello cinese alimentato con una propulsione elettrica. Presentata sotto forma di showcar al Salone di Shangai del 2009, la citycar cinese condivide praticamente la stessa componentistica e gli stessi organi meccanici della nostrana DR1, visto che è proprio la Chery a realizzare la base della vettura in Cina, mentre in un secondo momento viene assemblata dal Costruttore italiano Di Risio (DR) nel suo stabilimento di Macchia d’Isernia, in Molise.

La M1 EV è già in vendita del paese asiatico ad un prezzo di partenza di 149.900 yuan (circa 16.000 euro al cambio attuale),mentre la versione top di gamma arriva fino a 229.800 yuan (circa 25.000 euro al cambio attuale). Il Governo Cinese per stimolare la vendita di veicoli a zero emissioni ha stanziato degli incentivi fiscali pari a 6.500 euro per l’acquisto di auto elettriche.[!BANNER]

Disponibile in cinque versioni, denominate EV1, EV2, EV3, EV4 e EV5 – La M1 è spinta da un propulsore elettrico che eroga 54 CV e le permette di toccare i 120 km/h di velocità massima. Le batterie a litio con cui è alimentata la M1 regalano un’autonomia di circa 150 km/h e impiegano circa 6-8 ore per essere ricaricate completamente, anche se con la funzione di ricarica rapida in circa 30 minuti le batterie vengono rigenerate dell’80%.

No votes yet.
Please wait...