Mercedes EQC: via alle ordinazioni in Norvegia per il futuro SUV elettrico

Clamoroso avvio di programma per Mercedes: finora esistente “sulla carta”, lo Sport Utility a zero emissioni che deriverà dalla concept di Parigi 2016 è già disponibile online.

Mercedes EQC: via alle ordinazioni in Norvegia per il futuro SUV elettrico

Tutto su: Mercedes-Benz

di Francesco Giorgi

19 settembre 2017

Il nord Europa si conferma mercato di primo piano per le nuove auto elettriche, ovvero quelle ad autonomia estesa e dotate di soluzioni “smart” in grado di ottimizzare l’efficienza energetica dei propulsori a zero emissioni. Il primato va ascritto alla Norvegia, dove in queste ore, Mercedes comunica il via alla fase di pre-ordinazione di EQC, SUV elettrico finora “sulla carta” e non ancora svelato in concreto.

La notizia viene già battuta dalle principali fonti Web mondiali, e per due motivi: il primo perché, appunto, rafforza l’immagine “emission free” da tempo sui taccuini delle priorità da parte degli amministratori nei Paesi nordeuropei (recentemente, la Commissione Europea ha assegnato ad Oslo, che due anni fa aveva suscitato sorpresa con un programma di “rivoluzione verde” nelle aree centrali della città, il titolo di “Capitale verde d’Europa”); e, inoltre, per il fatto che Mercedes EQC può essere osservata ma soltanto sotto forma di render: i possibili acquirenti dell’inedito “Sport Utility” Mercedes a zero emissioni assumono un ruolo ben conosciuto dai più facoltosi appassionati di modelli high performance, ai quali non è mai apparso “strano” il dovere prenotare un determinato nuovo modello di vettura supersportiva “sulla fiducia”.

Le ordinazioni verso la ancora semi-sconosciuta Mercedes EQC possono essere effettuate online, attraverso uno specifico minisito Web, creato ad hoc per il pre-lancio del SUV elettrico di Stoccarda, e previo pagamento di un anticipo pari a 20.019 corone norvegesi (corrispondenti a poco più di 2.130 euro).

Tenuto conto dell’assoluta novità di progetto, l’acconto – ciascun utente interessato può procedere all’ordinazione di un solo esemplare, e ciò per evitare eventuali “cartelli” – è rimborsabile per intero. Ad oggi, sembra che le ordinazioni siano nell’ordine delle 2.000 unità; un ottima partenza, tenuto conto che come detto il futuro SUV Mercedes EQC è pressoché sconosciuto: il suo debutto commerciale è previsto nel 2019.

Ugualmente “misteriosi” sono i contenuti tecnici che dovrebbero essere portati in dote da Mercedes EQC. La “base di partenza” del futuro SUV a zero emissioni di nuova generazione per la Stella a Tre Punte è, con tutta probabilità, la Concept Generation EQ svelata nell’ottobre 2016 al Salone di Parigi, equipaggiata con due unità elettriche (una anteriore, l’altra posteriore) da 300 kW complessivi di potenza ed alimentate da un pacco batterie da 70 kWh per un’autonomia nell’ordine di 500 km “teorici” o 350 km nelle reali condizioni di impiego, e che si distingueva – oltre che per una serie di contenuti tecnici di livello – anche per una nuova filosofia di approccio, da parte di Mercedes, alla nuova mobilità zero emissioni (che, secondo i progetti di Stoccarda, evolveranno nella presentazione di almeno un nuovo modello elettrico all’anno, per ciascun segmento, entro il 2022): al pari di altri big player automotive, il “progetto EQ” prevedeva lo sviluppo congiunto di veicoli elettrici e di soluzioni “green”, dai sistemi di ricarica alle funzionalità di accumulo domestico dell’energia.