Francia: solo auto elettriche entro il 2040

La decisione è stata comunicata dal ministro dell’Ecologia e dell’Energia Nicolas Hulot

Francia: solo auto elettriche entro il 2040

di Valerio Verdone

07 luglio 2017

La decisione è di quelle che fanno riflettere: la Francia ha detto stop alla vendita delle auto come motore termico entro il 2040. Sì, avete capito bene, ormai le auto ad impatto zero rappresentano il prossimo futuro anche se in alcuni mercati come quello norvegese sono già realtà.

La scelta è stata comunicata dal ministro dell’Ecologia e dell’Energia Nicolas Hulot, ma è il frutto della strategia politica del nuovo governo capitanato da Macron.

Si tratta di una decisione che rientra nel computo di una diminuzione generale, drastica, di Co2 entro il 2050, e riguarda anche la chiusura delle centrali a carbone, fissata per il 2022, e la diminuzione della produzione dell’energia nucleare al 50% entro il 2025.

Ma come fare per riuscire ad applicare un piano così rivoluzionario a livello di mobilità privata? D’altra parte, attualmente le auto elettriche immatricolate in Francia rappresentano solamente l’1,2%, mentre quelle ibride sono ferme a quota 3,5%, contro il 95,2% delle vetture convenzionali.

La scelta ricade, inevitabilmente aggiungiamo noi, sugli incentivi, perché solamente delle condizioni d’acquisto favorevoli potranno convincere i consumatori. In particolare, per rinnovare il parco auto verrà puntato il dito contro le vetture a gasolio con più di 20 anni e su quelle a benzina immatricolate prima del 2001.

Basterà? Intanto aspettiamo di conoscere quale sia il reale vantaggio per gli automobilisti, ma è chiaro che non ci si potrà limitare a questo, perché sono diverse le problematiche che portano ad un rinnovamento completo del parco auto con modelli ad impatto zero.