Per la Full Hybrid, Toyota sceglie la Francia

La casa giapponese ha scelto l’impianto di Valenciennes, nel nord del Paese, per produrre un modello full hybrid compatto a partire dal 2012

Per la Full Hybrid, Toyota sceglie la Francia

Tutto su: Toyota

di Lorenzo Stracquadanio

27 settembre 2010

La casa giapponese ha scelto l’impianto di Valenciennes, nel nord del Paese, per produrre un modello full hybrid compatto a partire dal 2012

Alla fine la scelta è caduta sullo stabilimento produttivo di Valenciennes, nell’estremo Nord della Francia. Dall’impianto di Toyota Motor Manufacturing France (Tmmf) prenderà il via a partire dal 2012 la produzione di un modello full hybrid targato Toyota. La decisione presa dall’azienda rientra nella strategia del marchio del Sol Levante di estendere la tecnologia ibrida a tutti i modelli della gamma Toyota e Lexus. 

Uno sviluppo che è legato anche al sostegno economico da parte del governo francese e delle autorità locali. “La prospettiva di ricevere un sostegno economico da parte di autorità statali, regionali e locali ha giocato un ruolo molto significativo per la decisione presa – ha commentato Makoto Sano, presidente di Toyota Europa -. Cominceremo quindi a lavorare insieme ai nostri fornitori, ai partner locali e ai nostri impiegati per preparare l’arrivo di un modello full hybrid, e garantire che gli standard di qualità ed efficienza ottenuti fin dalla fondazione di Toyota siano mantenuti”.[!BANNER]

Nei piani della casa c’è quello di far diventare lo stabilimento di Valenciennes il secondo impianto europeo a produrre automobili full hybrid, dopo che il suo omologo britannico – Toyota Motor Manufacturing Uk – ha iniziato nel giugno 2010 la produzione della Toyota Auris Hsd.

Dal 2001 Toyota Motor Manufacturing France è l’impianto di produzione europeo della Yaris. Fino a oggi sono più di 1.820.000 i veicoli prodotti nello stabilimento che impiega più di 3.000 persone, per una produzione di 270.000 unità all’anno.