L’eco:Drive Fiat arriva anche su Bravo

Il sistema Fiat eco:Drive per monitorare il proprio stile di guida e ridurre i consumi arriva anche sulla media torinese

L’eco:Drive Fiat arriva anche su Bravo

di Redazione

16 marzo 2009

Il sistema Fiat eco:Drive per monitorare il proprio stile di guida e ridurre i consumi arriva anche sulla media torinese

.

Il software “eco:Drive”, il software in grado di analizzare i dati sullo stile di guida e i consumi lanciato Fiat su 500 e Grande Punto arriva anche sulla Bravo.  

Adesso tocca alla media Fiat adottare questo nuovo strumento che è disponibile per il download gratuito sul sito della Casa torinese. Il software è già stato scaricato dal oltre 35.000 utenti e 10.000 di essi lo utilizzano con costanza condividendo pareri e impressioni su “eco:Ville“, la community creata appositamente da Fiat.

Secondo i dati distribuiti da Fiat, in cinque mesi dal lancio, “eco:Drive” ha distribuito consigli agli automobilisti facendo risparmiare oltre 700 tonnellate di CO2, ovvero lo stesso quantitativo necessario per illuminare per 8 mesi una città come Ginevra.

Come funziona: i dati analizzati ed immagazzinati durante la guida dal sistema, attraverso la porta USB del sistema Blue&Me, possono essere trasferiti tramite chiavetta USB ad un PC ed essere analizzati dal software “eco:Drive”. Sulla base di queste analisi, ogni guidatore può adeguare il suo stile, risparmiare carburante e quindi inquinare di meno, attraverso un piano personalizzato.

Gli automobilisti più accorti possono arrivare a risparmiare fino al 15% di carburante ed emissioni, ovvero tra 120 e 200 euro l’anno. Dopo 500, Grande Punto e Bravo il sistema “eco-Drive” sarà esteso entro il 2009 a tutta la gamma Fiat equipaggiata con il Blue&Me.