Nel futuro di Toyota una plug-in e una elettrica

Si può ipotizzare che nel giro di 2 anni, Toyota proponga un paio di plug-in ibride derivate dalla Prius e una emissioni zero simile alla iQ

Nel futuro di Toyota una plug-in e una elettrica

di Andrea Barbieri Carones

16 luglio 2010

Si può ipotizzare che nel giro di 2 anni, Toyota proponga un paio di plug-in ibride derivate dalla Prius e una emissioni zero simile alla iQ

Dalla Prius alla Prius plug-in per proseguire con altri 2 modelli con la stessa filosofia ecologica ma completamente inedite e con una carrozzeria diversa dall’auto più venduta in Giappone. Ecco i programmi “verdi” di Toyota da qui al 2012, che includeranno anche una vettura elettrica al 100% sul modello di quanto stanno facendo i concorrenti Nissan e Chevrolet, che a fine anno introdurranno la Leaf e la Volt.

Ancora non si sa esattamente quando verranno presentati i nuovi prodotti della Casa nipponica, anche se sembra ipotizzabile un lancio intorno alla metà del 2011 e una commercializzazione nel corso del primo semestre dell’anno successivo.[!BANNER]

Si sa invece che la nuova variante della Prius sarà la prima di una serie di auto ibride mentre il modello a emissioni zero sarà presumibilmente una citycar dalle dimensioni contenute paragonabili alla iQ e derivato dalla FT-EV Concept presentata al Salone di Detroit dello scorso anno. Dove sarà commercializzata? Solo nei mercati internazionali dotati di infrastrutture di ricarica che il costruttore riterrà sufficienti per giustificare il lancio di un’auto elettrica.