nanoFlowcell Quant F: l'elettrica da 1.090 CV debutterà a Ginevra

Il prototipo della factory svizzera sfrutta un’evoluzione della tecnologia fuel cell, promettendo una potenza di 1.090 CV e un’autonomia di 800 km.

nanoFlowcell Quant F: prime immagini ufficiali

Altre foto »

La nanoFlowcell è una piccola factory svizzera fondata dall'imprenditore Nunzio La Vecchia e specializzata nella progettazione di tecnologiche e futuristiche vetture elettriche. La Vecchia si è fatto conoscere nel mondo dell'automobilismo internazionale grazie alla passata collaborazione con la svedese Koenigsegg  (che ha portato alla nascita del prototipo  Koenigsegg Quant), seguita dalla presentazione  della Quant e-Sportlimousine, tenutasi  in occasione della scorsa edizione del Salone di Ginevra .  Quest'ultima vettura  si presenta come  un'imponente GT a quattro posti di quasi 5 metri, abbinata alla tecnologia  "nanoFlowcell" ideata da La Vecchia  e basata su un innovativo sistema di accumulo dell'energia, caratterizzato da  sofisticati  meccanismi di trasferimento di carica.

Ora però, l'atelier elvetico ha deciso di continuare lo sviluppo della sua tecnologia con l'intenzione di presentare al Salone di Ginevra 2015 (5-15 marzo) l'inedita nanoFlowcell Quant F, una sportiva elettrica da 1.090 CV, nata come evoluzione della  Quant e-Sportlimousine. La Quant F  sfrutta una tecnologia simile a quella utilizzata dalle vetture "fuel cell", che si distingue per l'utilizzo di  pile a combustibile  capaci di produrre energia grazie  alla reazione chimica fra idrogeno e ossigeno. Al contrario delle "tradizionali" fuel cell, la Quant F non utilizza un serbatoio di idrogeno gassoso, ma due serbatoi da 250 litri l'uno che ospitano  due "liquidi ionici",  dotati  uno di carica positiva e uno di carica negativa. I due serbatoi risultano integrati nella monoscocca in fibra di carbonio della vettura.

La nanoFlowcell Quant F sfrutta un Cambio automatico a due rapporti che gestisce i quattro motori elettrici in grado di sviluppare fino a 1.090 CV (801,69 kW), ma solo per brevi periodi, considerando che il voltaggio massimo risulta 735 v, ma in condizioni standard viene ridotto a 400 v. Il sistema di alimentazione nanoFlowcell permette infatti di produrre in modo continuo una corrente elettrica a 50 ampere che per brevi periodi  - quando si richiede il massimo scatto all'auto -   può raggiungere un picco pari a 2.000 ampere. Il Costruttore dichiara per la Quant F una velocità massima di ben 300 km/h, ma a stupire è l'abbondante autonomia, stimata sugli 800 km. I quattro motori elettrici risultano collegati alle quattro ruote, offrendo così una trazione integrale, ma quando la situazione lo richiede è possibile sospendere la funzionalità delle due unità elettriche collegate all'asse anteriore, ottenendo così una sportiva dotata di trazione posteriore.

 

 

 

 

 

Se vuoi aggiornamenti su NANOFLOWCELL QUANT F: L'ELETTRICA DA 1.090 CV DEBUTTERÀ A GINEVRA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 11 febbraio 2015

Vedi anche

Mitsubishi GT-PHEV Concept: futuro stilistico ed ecosostenibile

Mitsubishi GT-PHEV Concept: futuro stilistico ed ecosostenibile

La Mitsubishi GT-PHEV Concept sfoggia un design sportivo e particolarmente curato che nasconde una meccanica ibrida di primo livello

Gruppo PSA e Bolloré, ampliata la partnership con nuovi car sharing

Gruppo PSA e Bolloré, ampliata la partnership con nuovi car sharing

Le due aziende francesi ampliano la loro partnership allargando l’offerta dei servizi di car sharing.

Volskwagen, la concept elettrica avrà la guida autonoma

Volskwagen, la concept elettrica avrà la guida autonoma

La concept elettrica firmata Volskwagen potrebbe debuttare nel 2019, offrendo una lunga autonomia e la guida autonoma.