La WWF-car diretta a Copenaghen

In vista del Summit mondiale sul clima, l’associazione ambientalista WWF lancia un roadshow per sensibilizzare l’opinione pubblica

La WWF-car diretta a Copenaghen

di Lorenzo Stracquadanio

17 novembre 2009

In vista del Summit mondiale sul clima, l’associazione ambientalista WWF lancia un roadshow per sensibilizzare l’opinione pubblica

E’ già su strada la “clima-car” del WWF, l’auto elettrica che fino al 18 dicembre girerà per vie, piazze, mercati, sedi istituzionali e giornalistiche di Roma in attesa della Conferenza sul Clima di Copenaghen (Cop15), in programma dal 7 al 18 dicembre prossimi.

Un roadshow per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema ambientale e gli effetti negativi dell’inquinamento. La prima tappa ha visto la partecipazione di Antontello Dose e Marco Presta della trasmissione Radio 2 Il Ruggito del Coniglio che hanno fatto irruzione, tra centinaia di studenti, alla proiezione del film-documentario sul cambiamento del clima ‘The Age of Stupid’, organizzata dal WWF e dal IX Municipio di Roma per le scuole della capitale.

“I giovani sono meno rassegnati al disastro – ha commentato Presta – Il rischio è che i vertici servano solo per mangiare tartine, crediamo che l’impegno dei cittadini sia fondamentale per evitare il flop”.

La clima car (una Fiat Panda) ospita un’urna virtuale in cui i cittadini potranno registrare il Voto per la Terra e un video-messaggio personale da destinare ai leader dei diversi Paesi che parteciperanno al Summit.[!BANNER]

“Abbiamo creato un canale che consente a tutti di manifestare ai governanti la volontà degli elettori presenti e futuri perché a dicembre, a Copenaghen, sia raggiunto un accordo davvero capace di fermare i cambiamenti climatici – ha dichiarato Mariagrazia Midulla, responsabile Clima ed Energia del WWF Italia – La voce dell’opinione pubblica è essenziale per impedire che i politici pensino soltanto all’oggi, al giorno per giorno: oggi il mondo ha disperatamente bisogno di veri leader, capaci di preservare e dare un senso al futuro, di trasformare la più grande sfida mai affrontata dalla civiltà umana in una opportunità, quella della terza rivoluzione industriale, quella della sostenibilità”.

I voti raccolti nel corso dell’iniziativa si aggiungeranno a quelli di milioni di cittadini in tutto il mondo e che saranno infine mostrati direttamente a Copenaghen in un grande mappamondo luminoso allestito davanti alla sede del Cop15.