EVA +: il nuovo progetto per la mobilità elettrica in Italia e Austria

Enel in collaborazione con Renault, Nissan, BMW e il Gruppo Volkswagen realizzerà in Italia un’importante rete di ricarica elettrica veloce.

Prende il nome di EVA+ (Electric Vehicles Arteries), il nuovo progetto di mobilità elettrica che verrà inaugurato in Italia e in Austria grazie all'accordo di finanziamento raggiunto per un valore massimo di 4,2 milioni di euro con INEA,  l'agenzia incaricata dalla Commissione Europea .

Al progetto che verrà lanciato ufficialmente a gennaio 2017 nella città di Bruxelles, parteciperà Enel in qualità di coordinatore,  Verbund ( utility austriaca) e alcuni tra i più importanti costruttori automobilistici di veicoli elettrici: Renault, Nissan, BMW e il Gruppo Volkswagen (con i brand Volkswagen e Audi).

L'obiettivo di EVA+ è quello di realizzare un'efficiente e capillare  rete di ricarica veloce dedicata ai veicoli a trazione elettrica  lungo le più importanti arterie stradali italiane e austriache. Per raggiungere questo obiettivo, Enel sta stringendo importanti accordi con i gestori delle autostrade italiane con lo scopo di  valorizzare la componente di innovazione tecnologica e commerciale del progetto.

Il progetto avrà una durata di tre anni durante i quali verranno istallate 200 colonnine di ricarica veloce "multi-standard" in grado di offrire tutte le opzioni di ricarica veloce (CSS Combo 2, CHAdeMO o la ricarica in c.a.) in un solo punto.

Di queste 200 stazioni di ricarica ben 180 saranno del tipo Fast Recharge Plus: si tratta di una tecnologia progettata da Enel che permette di ricaricare in 20 minuti due veicoli elettrici contemporaneamente, per un totale di 360 auto elettriche caricate simultaneamente. Questo tipo di colonnine  saranno installate in Italia da Enel e 20 in Austria da Smatrics (Grppo Verbund). In questo modo verrà assicurato ai possessori di veicoli elettrici di effettuare viaggi di lunga percorrenza in maniera eco-sostenibile sia sul territorio italiano che su quello austriaco.

La Commissione Europea  co-finanzierà il progetto  fino ad massimo del 50% del valore totale sfruttando lo strumento CEF (Connecting Europe Facility), mentre  EVA+ contribuirà alla realizzazione del programma della Commissione Europea TEN-T - Trans-European Transport Network (Rete di Trasporto Trans-Europea), nato per supportare la costruzione e l'ammodernamento dell'infrastruttura di trasporto. In questo modo sarà messo in atto  l'integrazione dei due Paesi membri all'interno di una rete di ricarica veloce che interesserà tutta l'Unione europea.

 

Se vuoi aggiornamenti su EVA +: IL NUOVO PROGETTO PER LA MOBILITÀ ELETTRICA IN ITALIA E AUSTRIA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 23 dicembre 2016

Vedi anche

Citroen E-Berlingo Multispace, tanto spazio a zero emissioni

Citroen E-Berlingo Multispace, tanto spazio a zero emissioni

La famiglia dei veicolo elettrici della Casa francese si arricchisce con il debutto del versatile Citroen E-Berlingo Multispace.

Pininfarina H600: debutterà entro il 2020

Pininfarina H600

La collaborazione tra Pininfarina e il Gruppo asiatico prevede lo sviluppo in serie della "alto di gamma" H600 e di nuovi modelli, tutti elettrici.

Norvegia: il boom delle auto elettriche

Norvegia: il boom delle auto elettriche

Concreti incentivi e una favorevole distribuzione dei centri abitati: così la Norvegia è in testa in Europa per vendite di auto elettriche ed ibride.