Se l’anidride carbonica diventa un carburante...

La scoperta effettuata da alcuni ricercatori americani permette di trasformare l'anidride carbonica in un carburante non inquinante.

Il tema dei carburanti alternativi che potrebbero sostituire quelli fossili ed altamente inquinanti è sempre più attuale. Una svolta in tal senso potrebbe arrivare dall'incredibile scoperta effettuata da un gruppo ricercatori dell'Università della California del Sud che sono riusciti ad ottenere dall'anidride carbonica contenuta nell'aria un nuovo carburante non inquinante.

Se la scoperta dovesse ricevere un riscontro positivo e trovare un'applicazione pratica si potrebbe finalmente affrontare uno dei problemi più seri che affliggono il mondo moderno, ovvero l'inquinamento globale. Secondo i dati diramati dall'organizzazione Climate Central, se le emissioni nocive prodotte dall'uomo dovessero rimanere sull'attuale livello, le temperature potrebbero salire di ben 4 gradi entro il 2100, portando ad un innalzamento dei mari che potrebbe risultare disastroso per il nostro pianeta.

La scoperta degli scienziati americani permetterebbe di trasformare il 79% dell'anidride carbonica in metanolo, tramite l'attuazione di un processo effettuato a temperature relativamente basse e che risulta alimentato tramite le energie rinnovabili.

Nonostante non sia il primo tentativo di questo genere, questa scoperta può considerarsi decisamente innovativa perché permette la creazione di carburante utilizzando anche basse concentrazione di CO2 (anidride carbonica) come quella che si trova nell'aria che respiriamo, mentre gli esperimenti effettuati in passato permettevano lo stesso risultato sfruttando però grandi quantità di energia che rendevano nulli i benefici di questa operazione.

I principali vantaggi di questo nuovo sistema di trasformazione sono essenzialmente due: la possibilità di attivare il processo a basse temperature e la possibilità di ridurre drasticamente la quantità di CO2 presente nell'aria che viene prodotta dagli scarichi delle automobili e dalle industrie. Secondo le previsioni, il sistema potrà esser utilizzato con scopi industriali in un arco di tempo che spazia da 5 a 10 anni

Se vuoi aggiornamenti su SE L’ANIDRIDE CARBONICA DIVENTA UN CARBURANTE... inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 05 febbraio 2016

Vedi anche

Dendrobium: l’hypercar elettrica orientale sarà a Ginevra

Dendrobium: l’hypercar elettrica orientale sarà a Ginevra

Realizzata a Singapore, la Dendrobium è un’hypercar elettrica caratterizzata da un’aerodinamica sviluppata con tecnologie da F.1.

Nissan Leaf: l’elettrica protagonista a Fiumicino

Nissan Leaf: l’elettrica protagonista a Fiumicino

La Nissan Leaf collegherà le uscite di imbarco B e C del Terminal 1 di Fiumicino.

Car Sharing: con DriveNow arrivano le Bmw i3

Car Sharing: con DriveNow arrivano le Bmw i3

Il car sharing premium della Casa dell’elica dedicato alla città di Milano si arricchisce con le vetture elettriche Bmw i3.