Auto ibride: l’Emilia Romagna approva l’esenzione del bollo

La Regione Emilia Romagna punta a incrementare la diffusione delle auto ibride proponendo l’esenzione del bollo per queste ultime dal 2016 al 2018.

L'incentivo per l'acquisto di auto ibride passa anche dall'esenzione delle tasse, come dimostra la lodevole iniziativa della Regione Emilia Romagna che ha approvato l'esenzione del bollo (tassa di possesso) per tre anni per le auto ibride immatricolate nel 2016.

Tutte le vetture dotate di uno schema meccanico benzina-elettrico o benzina-idrogeno immatricolate quest'anno non pagheranno la tassa regione di possesso (bollo) per gli anni 2016, 2017 e 2018. L'Emilia Romagna diventa così la sesta regione italiana a concedere l'esenzione dal pagamento del bollo, seguendo l'esempio di Basilicata, Campania, Lazio, Puglia e Veneto. Analizzandola diffusione di questa scelta dedicata alla mobilità ecosostenibile scopriamo che a livello comunale troviamo ben 22 capoluoghi di provincia e 5 comuni minori mettono a disposizione a chi possiede un'auto ibrida (ma anche elettrica) numerosi vantaggi che vanno dal libero accesso alle ZTL (Zona Traffico Limitato) ai parcheggi gratuiti sulle strisce blu. Queste due ultime possibilità sono permesse ad esempio nella città di Roma, mentre a Milano risulta possibile circolare nella tanto contestata Zona C

Tra i Costruttori internazionali che trarranno vantaggio da questa iniziativa troviamo senza dubbio il Gruppo Toyota, di cui fa parte anche Lexus, che può vantare una vasta offerta di vetture dotate di tecnologia Full Hybrid. Basti pensare che nel corso del 2015 nella sola Emilia Romagna sono state distribuite ben 2.380 vetture con questo tipo di tecnologia "green" e il trend risulta in continua crescita, sottolineando il grande interesse verso questo tipo di schema meccanico, capace inoltre di offrire costi di gestione realmente contenuti.

Se si analizza l'andamento di vetture ibride Toyota e Lexus su tutto il territorio nazionale scopriamo che nel 2015 le immatricolazioni delle Gruppo giapponese hanno raggiunto le 20.492 unità, che si traducono nel 32% delle vendite complessive: in poche parole, oggi in Italia, una vettura venduta su tre è ibrida. Ormai il trend del mercato parla chiaro: l'ascesa delle vetture ibride sembra inarrestabile, anche in quelle regioni che ancora non hanno approvato decreti come quello dell'Emila Romagna registrano volumi di vendita relative alle auto ibride sempre maggiori, evidenziando in questo modo una crescente consapevolezza verso la mobilità ecosostenibile e in generale nei confronti dell'ambiente dell'automobilista italiano medio.

Se vuoi aggiornamenti su AUTO IBRIDE: L’EMILIA ROMAGNA APPROVA L’ESENZIONE DEL BOLLO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 19 gennaio 2016

Vedi anche

Citroen E-Berlingo Multispace, tanto spazio a zero emissioni

Citroen E-Berlingo Multispace, tanto spazio a zero emissioni

La famiglia dei veicolo elettrici della Casa francese si arricchisce con il debutto del versatile Citroen E-Berlingo Multispace.

Pininfarina H600: debutterà entro il 2020

Pininfarina H600

La collaborazione tra Pininfarina e il Gruppo asiatico prevede lo sviluppo in serie della "alto di gamma" H600 e di nuovi modelli, tutti elettrici.

Norvegia: il boom delle auto elettriche

Norvegia: il boom delle auto elettriche

Concreti incentivi e una favorevole distribuzione dei centri abitati: così la Norvegia è in testa in Europa per vendite di auto elettriche ed ibride.