Mobilità elettrica: progetto congiunto fra Comune di Roma ed Enel

Entro un anno sarà costruita un’infrastruttura di ricarica elettrica con 150 stazioni dislocate nella capitale

Il Comune di Roma spinge l'acceleratore sulla mobilità elettrica. Si chiama E-mobility Italy il progetto voluto dal Comune capitolino ed Enel per la realizzazione di una rete di ricarica elettrica intelligente per le auto. A dare il via all'iniziativa è stato il protocollo d'intesa siglato dal primo cittadino Gianni Alemanno e dall'Amministratore delegato e Direttore generale di Enel, Fulvio Conti.

Roma sarà la prima città del Bel Paese ad avere un'infrastruttura di ricarica per le auto elettriche (seguiranno presto anche Pisa e Milano). Nello specifico il progetto prevede l'installazione di ben 150 punti di ricarica dislocati in tutta la città e alimentati con energia da fonti rinnovabili; di questi almeno 100 saranno a disposizione di tutti i cittadini in luoghi pubblici (parcheggi, nodi scambio, ecc), mentre i restanti 50 saranno a uso privato.

E-mobility Italy rientra nell'attività di promozione da parte del Comune romano di soluzioni e sistemi di trasporto a basso impatto ambientale. "Questo è il segnale - ha commentato il sindaco Alemanno - che il Comune vuole creare un sistema di mobilità sostenibile. Le auto elettriche stentano ad affermarsi perché non hanno un sistema di infrastrutture facilmente utilizzabile: noi vogliamo crearlo, soprattutto per giungere alla completa pedonalizzazione del centro storico".

Dal canto suo Conti, di Enel, ha spiegato: "L'idea alla base del progetto è che l'elettricità sia la soluzione per un'energia compatibile con l'ambiente, a basso costo e facile da utilizzare: una penetrazione del 15% di auto elettriche sul parco circolante a Roma eliminerebbe più di 260 mila tonnellate di CO2, quanto una foresta grande come la superficie della città racchiusa nel grande raccordo anulare".

Le 150 stazioni di ricarica saranno operative a partire da settembre 2010 dopo che un team congiunto di tecnici Enel e Atac (Agenzia per la mobilità del Comune di Roma) avrà individuato i punti più idonei per l'ubicazione in base alle caratteristiche urbanistiche della capitale e alle esigenze degli utenti.

Entro la fine dell'anno inoltre Daimler, che collabora al progetto, selezionerà 35 cittadini romani (tra i candidati sul sito Internet dedicato) che potranno usufruire di un leasing per l'acquisto di una Smart elettrica (dotate di batterie al litio con autonomia di 135 km) a prezzo agevolato e testare in prima persona la rete di ricarica.

Se vuoi aggiornamenti su MOBILITÀ ELETTRICA: PROGETTO CONGIUNTO FRA COMUNE DI ROMA ED ENEL inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Lorenzo Stracquadanio | 01 ottobre 2009

Vedi anche

Car Sharing: con DriveNow arrivano le Bmw i3

Car Sharing: con DriveNow arrivano le Bmw i3

Il car sharing premium della Casa dell’elica dedicato alla città di Milano si arricchisce con le vetture elettriche Bmw i3.

Nuova Renault Kangoo Z.E. e Master Z.E. , svelate al Salone di Bruxelles

Nuova Renault Kangoo Z.E. e Master Z.E. , svelate al Salone di Bruxelles

Le rinnovate Renault Kangoo Z.E. e Master Z.E. offrono motori 100% elettrici più potenti e un’autonomia ancora più elevata.

Karma Automotive produrrà elettriche EREV anche in Cina

Karma Automotive produrrà elettriche EREV anche in Cina

Nata dalle ceneri della Fisker, la Karma Automotive produrrà le sue sportive elettriche anche in Cina.