Porsche “mette il litio” nel motore

Futuro elettrico anche per Porsche. Ma prima occorre sviluppare al meglio un prodotto ibrido. Lo ha detto a Francoforte Michael Macht

Porsche "mette il litio" nel motore

Tutto su: Porsche

di Francesco Giorgi

23 settembre 2009

Futuro elettrico anche per Porsche. Ma prima occorre sviluppare al meglio un prodotto ibrido. Lo ha detto a Francoforte Michael Macht

.

Anche la Porsche produrrà una vettura elettrica: lo hanno dichiarato i “piani alti” della Casa di Stoccarda. Sul “come” e sul “quando” stanno ancora abbottonati, per ora c’è una dichiarazione di intenti. E’ quanto espresso, nei giorni scorsi, dal nuovo Amministratore Delegato della Porsche, Michael Macht, durante la conferenza stampa al Salone di Francoforte.

Secondo il dirigente Porsche, il Marchio ha in cantiere la realizzazione di una propria auto a emissioni zero: “I nostri ingegneri stanno già lavorando”, ha confermato Macht, indicando che “E’ chiaro che un giorno la Porsche possiederà un modello elettrico nella propria gamma”.

Attenzione: il discorso, in questo senso, va visto tenendo presente la filosofia concettuale del Marchio: le caratteristiche della produzione Porsche sono improntate alla sportività e alle prestazioni. Allo stato attuale, la tecnologia delle batterie “Non è ancora così avanzata da permettere alla Porsche gli elementi di elevate prestazioni che fanno parte del Dna della Casa”, ha osservato Mach.

Una considerazione che va vista in quest’ottica: una vettura elettrica per la Porsche avrebbe senso se riuscisse a offrire prestazioni e autonomia equivalenti a quelle delle vetture sportive attualmente sul mercato.

Meglio, per il momento, intraprendere la strada dell‘ibrido: “Il nostro primo passo verso una vettura a emissioni zero non potrebbe partire dal niente – osserva il dirigente di Stoccarda – Preferiamo, prima, sviluppare una tecnologia ibrida che potrebbe essere applicata a uno dei nostri modelli attuali. Penso alla Cayenne, ma anche alla Panamera o, in un futuro nemmeno troppo lontano, in una vettura da competizione o a una 911. Perché no? Tutto è possibile. Ripeto: i nostri tecnici ci stanno già lavorando”.