Nissan Leaf 2013: autonomia e prestazioni

Tra le migliorie della nuova Nissan Leaf spicca l’autonomia, che sulla versione 2013 raggiunge i 199 chilometri.

Nissan Leaf 2013: autonomia e prestazioni

Tutto su: Nissan Leaf

di Andrea Tomelleri

04 dicembre 2013

Tra le migliorie della nuova Nissan Leaf spicca l’autonomia, che sulla versione 2013 raggiunge i 199 chilometri.

Uno dei problemi principali delle auto 100% elettriche è l’autonomia, che ne limita l’utilizzo alle aree cittadine, dove gli spostamenti sono ridotti. La nuova versione della Nissan Leaf 2013 supera questo limite grazie alle numerose modifiche tecniche apportate al progetto, che hanno consentito di aumentare l’autonomia fino a 199 chilometri (più 24 km rispetto alla versione precedente).

Per ottenere questo risultato, i tecnici Nissan hanno lavorato sul coefficiente aerodinamico (che ora ha un valore di 0,28), sulla riduzione della massa (35 kg risparmiati) e sulla frenata rigenerativa, che recupera fino al 94% dell’energia grazie alla nuova modalità di guida Eco. Anche il pacco batterie è stato migliorato: gli accumulatori agli ioni di litio a 192 celle da 380 V, di produzione Nissan, sono formati da 48 moduli compatti e hanno una capacità pari a 5.000 volte la capacità media di uno smartphone.

Non mancano novità per quanto riguarda il propulsore, che sulla versione 2013 vede integrati per la prima volta caricatore, inverter e motore. Quest’ultimo è un motore sincrono in c.a. che sviluppa 80 kW e presenta numerose migliorie che ne ottimizzano l’efficienza (ad esempio l’inerzia è stata ridotta del 5%). Le prestazioni della nuova Nissan Leaf 2013 risultano leggermente migliorate rispetto alla versione precedente: la vettura 100% elettrica di Nissan raggiunge una velocità massima di 144 km/h e accelera da 0 a 100 km/h in 11,5 secondi (meno 0,4 secondi).