Land Rover Range Rover Hybrid: l’ibrido inarrestabile

La regina dei SUV di lusso guadagna una sofisticata meccanica ibrida-diesel capace di abbattere consumi e di mantenere inalterate le doti off road.

Land Rover Range Rover Hybrid

Altre foto »

Dopo la presentazione della versione a passo lungo LWB, Land Rover arricchisce ulteriormente  la gamma della  regina dei SUV di lusso  Range Rover, con il debutto della nuova Range Rover Hybrid, primo modello della storia del Costruttore britannico a portare in dote una meccanica che abbina un propulsore a Gasolio ad un'unità elettrica.

Ad eccezione dei badge laterali con la scritta Hybrid, questa particolare Range Rover risulta esteticamente uguale a tutte le altre versioni presenti nella gamma. Anche il lussuoso abitacolo ricalca fedelmente le raffinate finiture e la ricca dotazione del SUV inglese, stesso discorso per quanto riguarda l'abitabilità interna che risulta invariata e capace di accogliere nel massimo comfort fino a  7 passeggeri, così come lo spazio per i bagagli rimasto invariato, in modo da accogliere la ruota di scorta di normali dimensioni.

Quest'ottimo risultato è stato raggiunto grazie ad un attento lavoro effettuato dagli uomini della Land Rover che sono riusciti a integrare il sistema Ibrido nella vettura senza intaccarne l'abitabilità, come dimostra il posizionamento della batteria raffreddata a liquido al di fuori dell'abitacolo, più esattamente sotto il pianale del veicolo, in un particolare e supporto protettivo realizzato in acciaio al boro.

Questa particolare batteria alimenta un propulsore elettrico da 35 kw e 170 Nm accoppiato al noto diesel 3.0 litri SDV6, per una potenza totale di 340 CV e una coppia di ben 700 Nm fra i 1.500 e i 3.000 giri/min,il tutto gestito dal sofisticato Cambio automatico ZF a 8 rapporti. L'unità elettrica, oltre a fornire potenza, funziona anche da generatore, recuperando energia cinetica tramite la frenata rigenerativa  che inseguito viene utilizzata per ricaricare la batteria. Quando si seleziona la modalità elettrica (EV), la vettura permette di viaggiare a zero amissioni per ben 1,6 km e fino a  una velocità di 48 km/h, mentre finita questa percorrenza l'unità a Gasolio interviene in modo totalmente automatico.

L'aggravio di peso del sistema Ibrido è solo di 120 kg, compresa la batteria agli ioni di litio, mentre le prestazioni offerte dall'auto sono a dir poco entusiasmanti: lo scatto da 0 a 100 km/h viene bruciato in meno di 7 secondi, la velocità massima risulta invece di 218 km/h, a fronte di consumo medio di 6,4l/100km ed emissioni di CO2 pari a 169g/km. Se le prestazioni per una vettura di questa stazza sono a dir poco ottime, le performance della Range Rover Hybrid sui terreni accidentati e nell'off road risultano ai massimi livelli grazie all'abbondante coppia a disposizione che viene gestita al meglio dal sistema di trazione integrale che include il dispositivo Terrain Response 2 che permette di adattare in modo totalmente automatico La guida e le prestazioni della vettura a secondo del terreno percorso.

La Range Rover Hybrid verrà distribuita nei maggiori mercati internazionali a partire dal marzo 2014, mentre i prezzo di listino ufficiali verranno comunicati nei prossimi mesi.

Se vuoi aggiornamenti su LAND ROVER RANGE ROVER inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 25 novembre 2013

Altro su Land Rover Range Rover

Range Rover London Edition e Manhattan Edition by Overfinch
Tuning

Range Rover London Edition e Manhattan Edition by Overfinch

Una incredibile mole di lavoro e di scelta dei materiali che, secondo Overfinch, giustifica il prezzo: 250.000 sterline. Più della Bentayga.

Range Rover Coupé: il debutto nel 2018
Anteprime

Range Rover Coupé: il debutto nel 2018

Arriverà nel 2018 la nuova Range Rover Coupé, SUV dal taglio sportivo pensato per contrastare Bmw X6 e Mercedes GLE Coupé.

Land Rover si schiera contro i cloni cinesi
Curiosità

Land Rover si schiera contro i cloni cinesi

Il Costruttore britannico avrebbe intenzione di fare causa al Costruttore Jiangling Motor per aver clonato la Evoque.