G8: Capi di Stato “elettrici” a bordo delle GEM e4

Al convegno degli “Otto Grandi” che si sta svolgendo all’Aquila i veicoli di servizio sono le citycar elettriche GEM e4 di Chrysler

G8: Capi di Stato "elettrici" a bordo delle GEM e4

Tutto su: Chrysler

di Francesco Giorgi

10 luglio 2009

Al convegno degli “Otto Grandi” che si sta svolgendo all’Aquila i veicoli di servizio sono le citycar elettriche GEM e4 di Chrysler

.

Si poteva pensare a un Summit dei G8 non in linea con le più moderne tendenze in fatto di attenzione all’ambiente anche negli autoveicoli? Certo che no. Il convegno dei “Grandi della Terra” che si sta svolgendo in questi giorni a L’Aquila presenta, fra i temi in dibattito, l’attenzione ai cambiamenti climatici e discussioni sulle nuove energie.

In questo senso, qualcosa si sta già muovendo. Sono proprio i Capi del Governo degli “Otto Grandi”, che assieme a sei rappresentanti dei Paesi emergenti (Brasile, Cina, India, Messico, Sud Africa ed Egitto), al convegno dei G8 si muovono a bordo di una flotta di veicoli elettrici della GEM (Global Electric Motorcars) e4, vetturette a impatto zero realizzate dalla omonima azienda parte di Chrysler Group LLC, portate all’Aquila attraverso una collaborazione con la Fiat, che ha operato da “tramite” fra la GEM e l’importatore italiano, GEO Europa.

L’estetica dei GEM e4 (ne sono stati allestiti 33 esemplari in occasione del G8 dell’Aquila) è senz’altro particolare: a una prima occhiata, una via di mezzo fra la microcar e la vetturetta da golf. Ma è nel gruppo propulsore che si rivela la tecnologia di queste “mini elettriche”: consumo e impatto zero, alimentata a batterie a litio, garantisce una velocità massima di oltre 50 km/h (quanto basta, dunque, per muoversi agevolmente nelle aree urbane) e un consumo energetico equivalente a circa 55 km con un litro.

Se paragonato con il costo attuale del carburante “tradizionale”, sarebbe come dire 2 centesimi di euro al km. Niente male, per un veicolo di servizio al convegno dei G8, nel quale vengono trattati alcuni argomenti “a tema”, come la conservazione dell’ambiente e la lotta ai cambiamenti del clima.