Saab potrebbe produrre auto elettriche in Cina

Il ritorno di Saab potrebbe passare per l’auto elettrica. NEVS, la società che controlla la casa svedese, aprirà infatti un nuovo impianto in Cina.

Saab potrebbe produrre auto elettriche in Cina

di Giuseppe Cutrone

06 luglio 2015

Il ritorno di Saab potrebbe passare per l’auto elettrica. NEVS, la società che controlla la casa svedese, aprirà infatti un nuovo impianto in Cina.

La National Electric Vehicle Sweden, il gruppo che ha rilevato le attività di Saab, si sta preparando a realizzare una fabbrica per la produzione di veicoli elettrici in collaborazione con alcuni partner locali. 

L’azienda ha dato il via a un progetto che prevede la costruzione di uno stabilimento nella città di Tianjin, nella zona nord-orientale della Cina, e questa notizia è stata sufficiente a scatenare le congetture di chi ipotizza un ritorno di Saab sul mercato proprio con le vetture elettriche che saranno prodotte nell’impianto. 

In realtà, NEVS ha specificato tramite un portavoce che i modelli non sono stati ancora finalizzati, facendo capire che è ancora presto per parlare di possibili ritorni del marchio Saab. 

Quel che è certo è che il nuovo stabilimento avrà una capacità produttiva di 200.000 veicoli all’anno e per NEVS, che nel progetto investirà circa 200 milioni di dollari, si aprirà adesso un nuovo capitolo della sua storia. 

La notizia arriva dopo che diversi mesi fa l’azienda cinese aveva avanzato una richiesta di fallimento, una scelta che portò al blocco della produzione nella fabbrica svedese di Saab e al conseguente divieto di utilizzo del marchio imposto da Saab AB, la società che deteneva i diritti di sfruttamento del nome.

No votes yet.
Please wait...