Land Rover a sostegno dei parchi nazionali italiani

In comodato gratuito le Land Rover Freelander Stop/Start ai parchi nazionali di Cilento, Gran Sasso e Dolomiti Bellunesi

Land Rover a sostegno dei parchi nazionali italiani

Tutto su: Land Rover Freelander

di Leopoldo Canetoli

08 luglio 2009

In comodato gratuito le Land Rover Freelander Stop/Start ai parchi nazionali di Cilento, Gran Sasso e Dolomiti Bellunesi

.

Land Rover Italia ha stretto un accordo con il Ministero dell’Ambiente, partecipando con le Freelander Stop/Start al progetto “Parchi per tutti: fruibilità per un’utenza ampliata“. Un connubio azzeccato, perché da sempre moltissimi scienziati, esploratori, ecologisti e ambientalisti hanno scelto una Land Rover come veicolo di elezione per svolgere il loro lavoro, per raggiungere i luoghi più sperduti, per affrontare i terreni più difficili, dove gli altri veicoli semplicemente non potevano andare.

Una scelta dovuta anche alle più moderne tecnologie favorevoli all’ambiente adottate recentemente da Land Rover (dette anche Terrain Technologies) fra le quali il sistema Stop/Start che ha iniziato la commercializzazione sulla Freelander in Italia a fine Maggio 2009, il sistema diesel ibrido Erad e tutte le altre tecnologie del Concept Vehicle Land, la prossima LRX.

Il progetto del Ministero dell’Ambiente “Parchi Naturali per Tutti, fruibilità per un’utenza ampliata” (www.parchipertutti.it), è volto a rendere accessibili i Parchi Nazionali Forestali senza discriminazioni anche alle persone con difficoltà di movimento, in particolare i diversamente abili, oltre a bambini ed anziani.

Land Rover ha offerto in comodato gratuito a 3 aree protette nazionali individuate dal Ministero, altrettanti autoveicoli Freelander Stop/Start e 15 biciclette contrassegnate dal marchio Land Rover. I Parchi Naturali designati sono Cilento, Gran Sasso e Dolomiti Bellunesi.

Recentemente Land Rover ha rivisto tutte le motorizzazioni. Tre i nuovi supermotori Euro 5 che vanno tutti sulla Range Rover Sport, mentre il Discovery adotta il benzina V8 da 5 litri da 495 Nm e 375 CV e il turbodiesel V6 da 3 litri da 600 Nm e 245 CV. La Range Rover sarà destinataria dei due “benzina”, quello già descritto e un 5 litri sovralimentato da 625 Nm per 510 CV. I tre nuovi motori dei MY 2010 sono abbinati a un cambio automatico ZF a 6 marce con comandi al volante.