Bee: i numeri del car sharing elettrico a Napoli

Sono più che positivi i numeri del primissimo bilancio di Bee, il servizio di car sharing elettrico lanciato a Napoli poco più di un mese fa.

Bee: i numeri del car sharing elettrico a Napoli

Tutto su: Renault

di Giuseppe Cutrone

17 giugno 2013

Sono più che positivi i numeri del primissimo bilancio di Bee, il servizio di car sharing elettrico lanciato a Napoli poco più di un mese fa.

Partito alcune settimmane fa dopo mesi di sperimentazione, il progetto di car sharing elettrico Bee – Green Mobility Sharing sta facendo registrare un crescente successo, come evidenziato con soddisfazione da Renault, una dei protagonisti dell’iniziativa. 

La casa automobilistica francese ha preso parte all’iniziativa lavorando in collaborazione con NHP (NeaHelioPolis), azienda attiva nell’offerta di soluzioni per l’efficienza energetica e per la sostenibilità ambientale, nonché mettendo a disposizione una flotta composta da 40 esemplari di Renault Twizy

>> Guarda le foto della Renault Twizy

Bee, il primo servizio di car sharing completamente elettrico in Italia, è stato descritto da Fontana Giusti, Direttore Comunicazione di Renault, che ha spiegato come il progetto sia in grado di assicurare “Zero emissioni inquinanti per una mobilità eco-compatibile, zero rumore per il massimo confort, ma allo stesso tempo una tecnologia innovativa al servizio di soluzioni di mobilità moderne e alternative, come il car sharing”.  

Fulcro del progetto è infatti lo urban crossover Twizy, una vettura che si presta bene alle esigenze della micro-mobilità in condivisione, ovviamente ad impatto zero allo scarico e capace di coprire gli spostamenti dei cittadini e dei turisti per le vie di Napoli.  

Il car sharing elettrico partenopeo può contare al momento su 27 Bee Point attivi, ma già entro il prossimo gennaio si prevede di arrivare a 70 punti, per poi salire fino a 100 entro giugno. Da notare inoltre che i Bee Point saranno aperti entro la fine dell’anno in corso alla ricarica di veicoli privati non legati al servizio di car sharing, andando a rappresentare in questo modo una vera e propria rete per la ricarica elettrica a Napoli. 

Le prime cifre relative alla clientela dicono che Bee è stato scelto finora da 180 utenti in poco più di un mese, mentre i costi si annunciano contenuti, tanto che un abbonamento annuale è di 30 euro grazie alla promozione valida fino all’estate (180 euro in seguito), mentre un abbonamento di tre giorni costa 10 euro.