Pubblicità poco chiare: Terra! protesta a Roma

Per l'associazione Terra! il 91% delle pubblicità sulle auto non contiene chiaramente i dati su consumi ed emissioni

Ieri Piazza Venezia, a Roma, si è trovata sommersa di automobiline e conigli di carta riportanti il messaggio "Vietato calpestare la Terra!". E' la provocazione dell'associazione Terra! che ha protestato contro le pubblicità delle auto e che ha lanciato, assieme a una rete di altre undici associazioni ambientaliste europee, una campagna per affrontare l'inefficienza energetica nel settore.

Ne è scaturito un rapporto, dal nome "Venditori di fumo" (scaricabile qui) nel quale emerge che il 5,68% delle 492  pubblicità analizzate non riporta alcuna informazione su emissioni e consumi, mentre la stragrande maggioranza, l'85,6%, le riporta in dimensioni ben lontane dall'essere di facile lettura. Secondo il rapporto di Terra! il 91% delle pubblicità risulta non conforme alla legislazione vigente, in quanto non riporta alcuna informazione sulle emissioni di CO2, o le riporta in forma illeggibile o scarsamente evidente.

A seguito di questa indagine Terra! ha trasmesso un esposto all'Istituto della Autodisciplina Pubblicitaria (IAP), all'Unioncamere e le Camere di Commercio per denunciare 96 differenti pubblicità illegali e proposto diverse integrazioni al DPR che regola le pubblicità dell'auto, suggerendo una formulazione più chiara, basata sulla scala graduata a colori già usata per indicare l'efficienza energetica degli elettrodomestici.

Il DPR n. 84 del 17 febbraio 2003 prevede, infatti, che la pubblicità di autovetture debba contenere necessariamente i valori relativi al consumo ufficiale di carburante e alle emissioni di CO2 dei veicoli. Tali dati devono essere di facile lettura e con la stessa evidenza rispetto alle informazioni principali fornite nel materiale promozionale e devono essere facilmente comprensibili anche ad una lettura superficiale.

In Italia, paese ad alta intensità automobilistica, secondo Terra,! le emissioni di gas serra sono aumentate del 7,1%, invece di diminuire, in controtendenza rispetto alla maggioranza degli paesi europei. L'associazione ambientalista chiede una legge europea che limiti le emissioni di CO2 delle auto di nuova costruzione a 120 g/km entro il 2012, a 80 g/km entro il 2020 e a 60 g/km entro il 2025.

Se vuoi aggiornamenti su PUBBLICITÀ POCO CHIARE: TERRA! PROTESTA A ROMA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Vedi anche

Car Sharing: con DriveNow arrivano le Bmw i3

Car Sharing: con DriveNow arrivano le Bmw i3

Il car sharing premium della Casa dell’elica dedicato alla città di Milano si arricchisce con le vetture elettriche Bmw i3.

Nuova Renault Kangoo Z.E. e Master Z.E. , svelate al Salone di Bruxelles

Nuova Renault Kangoo Z.E. e Master Z.E. , svelate al Salone di Bruxelles

Le rinnovate Renault Kangoo Z.E. e Master Z.E. offrono motori 100% elettrici più potenti e un’autonomia ancora più elevata.

Karma Automotive produrrà elettriche EREV anche in Cina

Karma Automotive produrrà elettriche EREV anche in Cina

Nata dalle ceneri della Fisker, la Karma Automotive produrrà le sue sportive elettriche anche in Cina.