Mercedes Classe B Electric Drive al Salone di New York

Première al Salone di New York per Mercedes Classe B Electric Drive: 200 km di autonomia e 160 km/h. Debutterà nel 2014, inizialmente negli USA.

Mercedes Classe B Electric Drive al Salone di New York

Tutto su: Mercedes-Benz Classe B

di Francesco Giorgi

28 marzo 2013

Première al Salone di New York per Mercedes Classe B Electric Drive: 200 km di autonomia e 160 km/h. Debutterà nel 2014, inizialmente negli USA.

Sotto un abito da monovolume premium, una trazione completamente elettrica con batterie agli ioni di litio e fino a 200 km di autonomia (dichiarata). Ecco la carta d’identità di Mercedes Classe B Electric Drive, pronta all’anteprima ufficiale all’imminente Salone di New York e che debutterà sul mercato nel 2014 (inizialmente in nord America, dove sarà l’unica proposta di Classe B).

>> Guarda le immagini ufficiali della Mercedes Classe B Electric Drive

Per Mercedes, non si tratta di una “prima volta” in assoluto nel settore delle auto elettriche, come dimostra la Smart fortwo Electric Drive (della quale ne sono già state vendute circa 4000 unità) e della ultraperformante SLS AMG elettrica. La prima, però, tipicamente urbana; e la seconda, troppo lontana dalle possibilità del grande pubblico, sono più gli estremi delle possibilità eco friendly, anziché una reale scommessa verso la diffusione della mobilità a zero emissioni che possa accontentare non soltanto il quotidiano tragitto casa – lavoro, ma anche i percorsi extraurbani.

A questa possibilità, per Mercedes, dovrà pensare Classe B Electric Drive. La vettura, esteticamente identica alla corrispondente versione già in listino tranne alcune differenze di dettaglio (prese d’aria al paraurti anteriore lievemente maggiorate, cerchi in lega di nuovo disegno), viene mossa da un’unità elettrica. Questa è sviluppata in collaborazione con la californiana Tesla – della quale il Gruppo Daimler dal 2010 detiene alcune quote di capitale – ed è decisamente “muscolosa”: 100 kW che corrispondono a circa 136 CV e ben 310 Nm di coppia massima

Il propulsore è alimentato da batterie agli ioni di litio collocate nella parte posteriore della vettura, sotto il pianale, in un apposito vano chiamato “Energy Space“. Questa soluzione, indicano i tecnici Mercedes, consente di mantenere intatti i 486 litri di capienza del bagagliaio (che diventano 1547 con i sedili posteriori completamente abbattuti) oltre a rispondere ai recenti standard di sicurezza per le auto elettriche: le batterie, infatti, in caso di incidente devono rimanere intatte per prevenire qualsiasi rischio di corto circuito e incendio.

Interessanti le prestazioni, nell’ottica dell’impiego per il quale viene proposta la vettura: velocità massima 160 km/h, accelerazione 0 – 100 km/h in 10 secondi, autonomia fino a 200 km. Per coprire una distanza di 100 km, Mercedes indica un tempo di ricarica di circa due ore (con una presa da 240V) o un’ora con una presa da 400V.

Nuove soluzioni anche per l’abitacolo, che mette in evidenza un sistema infotainment multifunzione con schermo a comandi touch e una serie di indicazioni specifiche per la trazione elettrica (visualizzazione della carica e “stato di salute” delle batterie), collocate all’interno del quadro strumenti.