La ricarica rapida Nissan arriva in Italia

La prima colonnina di ricarica rapida di Nissan sbarca in Italia, presso l’Autogrill di Villoresi Est a Lainate.

La ricarica rapida Nissan arriva in Italia

Tutto su: Nissan

di Giuseppe Cutrone

25 marzo 2013

La prima colonnina di ricarica rapida di Nissan sbarca in Italia, presso l’Autogrill di Villoresi Est a Lainate.

Debutta in Italia la prima colonnina di ricarica rapida di Nissan, che ha installato il nuovo punto di ricarica presso l’Autogrill di Villoresi Est a Lainate, sull’autostrada A8 che collega Milano e Varese.

La novità arriva grazie alla collaborazione tra Nissan, Autogrill, Loginet e la fondazione eV-Now. Gli automobilisti che viaggeranno verso Varese o Malpensa a bordo di un’auto elettrica potranno così usufruire di un punto di ricarica rapida che consente di rifornire una vettura in meno di mezz’ora nel caso in cui la batteria è quasi completamente scarica, mentre bastano circa quindici minuti per arrivare all’80% della carica nel caso in cui la batteria abbia un residuo di corrente.

>> Guarda le immagini della Nissan Leaf 2014

La colonnina, che è la prima in Italia ad erogare energia elettrica nella doppia modalità a corrente continua (DC) e a corrente alternata (AC), è stata progettata e prodotta direttamente da Nissan e segue l’esempio di quanto fatto in altri paesi europei, dove un numero variabile di punti di ricarica è già presente presso alcune stazioni di servizio autostradali o nei parcheggi di grandi centri commerciali.

Il Direttore Comunicazione di Nissan Italia, Giuseppe George Alesci ha spiegato che per il costruttore giapponese “lo sviluppo della mobilità elettrica passa necessariamente non solo tramite le infrastrutture di ricarica domestiche o cittadine, ma anche per la disponibilità di sistemi di ricarica rapida lungo i principali percorsi interurbani o autostradali”.

Autogrill ha assicurato di voler fornire la ricarica gratuita per il primo anno a tutti gli automobilisti che si fermeranno alla stazione di Villoresi Est, per poi passare, una volta scaduto il periodo promozionale, a formule di pagamento che il gruppo definisce “particolarmente vantaggiose” ma che verranno rese note più avanti.