Volvo V60 Plug-in Hybrid: via alla produzione

Attesa da diversi mesi, la Volvo V60 Plug-in Hybrid (primo diesel ibrido di Volvo) va in produzione.

Volvo V60 Plug-in Hybrid: via alla produzione

Tutto su: Volvo V60

di Francesco Giorgi

19 novembre 2012

Attesa da diversi mesi, la Volvo V60 Plug-in Hybrid (primo diesel ibrido di Volvo) va in produzione.

Dopo diversi mesi di attesa, Volvo porta al debutto la V60 Plug-in Hybrid, primo modello ad alimentazione ibrida affiancata a un motore Diesel del marchio di Goteborg (e uno dei primi in assoluto a livello mondiale,  insieme al modulo ibrido – Diesel della Citroen DS5 HYbrid4, Peugeot 3008 HYbrid4 e Mercedes Classe E BlueTec Hybrid).

La vettura, che come avevamo riportato a fine 2011 si aspettava in regolare vendita nei primi mesi di quest’anno, viene avviata alla produzione in questi giorni, forte di un monte ordinazioni di un migliaio di unità, secondo quanto comunicano i vertici Volvo. Ancora prima, dunque, dell’avviamento delle linee produzione dello stabilimento di Torslanda (Goteborg). Confermato il prezzo di vendita, che parte da 57 mila euro.

La Volvo V60 Plug-in Hybrid, sviluppata in collaborazione con Vattenfall (che rappresenta l’utility leader in Svezia nello sviluppo di soluzioni energetiche eco friendly), a livello di corpo vettura è identica alle V60 già in listino, se si eccettua la particolarità dell’unica tinta disponibile al momento del lancio: “Electric Silver”, abbinato a rivestimenti in pelle nera e cuciture a contrasto e inserti in radica verniciata in griglio – blu per l’abitacolo.

La differenza sostanziale sta nell’alimentazione: viene infatti equipaggiata con il 5 cilindri da 2,4 litri, turbocompresso, da 215 CV che già equipaggia le versioni a gasolio più performanti della gamma Volvo (dalle serie “60” alle “70”, fino alle S80 e XC90).

All’unità termica è abbinato un motore elettrico da 70 CV, collocato in corrispondenza del retrotreno, alimentato da una batteria al litio da 11,2 kWh che trova posto nella parte posteriore della vettura. Per un ciclo di ricarica completa, che insieme all’unità turbodiesel fornisce un’autonomia dichiarata di circa 1000 km in modalità di guida “Hybrid“, sono necessarie 7 ore e mezza (attraverso una comune “presa” domestica da 220V – 6Ah), 4 – 5 ore da una “presa” a 10Ah, oppure 3 ore da una fonte elettrica a 16Ah.

L’elettronica di gestione della  V60 Plug-in Hybrid permette al conducente tre modalità di guida: “Pure” (trazione totalmente elettrica e 50 km di autonomia massima), “Hybrid” (che sfrutta la propulsione Diesel – elettrica orientata al massimo risparmio) e “Power” (trazione ibrida “a piena potenza”, cioè 285 CV e 640 Nm di 640 Nm e accelerazione 0 – 100 km/h in 6 secondi).

Secondo i valori dichiarati da Volvo, la V60 Plug-in Hybrid è accreditata di un consumo, a ciclo medio, di 1,9 litri di gasolio per 100 km (modalità “Hybrid”).

Saremmo curiosi di conoscere i valori medi di durata della batteria, che Volvo non indica. Riteniamo che questa “voce” sia di fondamentale importanza nell’equipaggiamento di un veicolo ibrido.