Toyota Prius 2014: sarà anche 4WD

Nuove indiscrezioni per Toyota Prius 2014. Un motore elettrico più piccolo collegato al retrotreno garantirà la trazione integrale.

Toyota Prius 2014: sarà anche 4WD

Tutto su: Toyota Prius

di Francesco Giorgi

18 novembre 2012

Nuove indiscrezioni per Toyota Prius 2014. Un motore elettrico più piccolo collegato al retrotreno garantirà la trazione integrale.

Dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi in merito al nuovo design, la futura Toyota Prius – attesa sul mercato nel 2014 – inizia a delinearsi anche dal punto di vista delle motorizzazioni e della tecnologia.

Il corpo vettura dell’auto ibrida più venduta al mondo e arrivata, dal 1997 a oggi, alla sua terza generazione, come avevamo riportato a inizio novembre non possiederà più la caratteristica forma “a cuneo” studiata per accentuare la penetrazione aerodinamica e venire incontro ai consumi. Sarà, infatti, più marcato e meno anonimo, stando a quanto anticipato dai designer Toyota.

Per la Prius della futura serie, le novità non si limiteranno all’appeal stilistico. In questi giorni, nuove e altrettanto interessanti “voci di corridoio”, riportate dal Web, indicano l’indirizzo tecnologico che il colosso giapponese seguirà per la Prius 2014.

Un primo intervento riguarderà l’architettura del 1.8 termico a benzina, che sarà modificato (anche se non viene specificato ancora in quale maniera). Anche l’inverter e il motore elettrico subiranno delle variazioni: dovrebbero essere più piccoli.

In questo modo, la futura Toyota Prius potrà essere ancora più performante e più efficiente riguardo alla resa del gruppo motore, che dovrebbe mantenere l’attuale schema Hybrid Synergy Drive di ottimizzazione nella risposta fra l’unità termica e quella elettrica (quest’ultima resterà alimentata da batterie al nickel – metallo idruro, giudicate più efficienti rispetto alle pure più recenti batterie agli ioni di litio).

Secondo le prime ipotesi, il consumo della vettura si attesterà sui 3 litri di benzina per 100 km (un notevole sviluppo rispetto agli attuali 3,9 litri per 100 km a ciclo medio), e le emissioni scenderanno a valori inferiori a 70 g/km di CO2: anche qui, una vistosa evoluzione dagli attuali 89 g/km.

Attendiamo la conferma ufficiale per tutte queste indiscrezioni, insieme a una ghiotta novità che si fa strada in questi giorni: la Toyota Prius 2014 potrebbe essere una “e-4WD“. La trazione, cioè, sarebbe “mista”, con il 1.8 a benzina collegato alle ruote anteriori, e il motore elettrico al retrotreno.