Mercedes Classe E BlueTEC ibrida all’H2Roma 2012

Debutta in anteprima italiana all’H2Roma 2012 la nuova Mercedes Classe E BlueTEC HYBRID, prima berlina ibrida diesel della Casa di Stoccarda.

Mercedes Classe E BlueTEC ibrida all'H2Roma 2012

di Giuseppe Cutrone

08 novembre 2012

Debutta in anteprima italiana all’H2Roma 2012 la nuova Mercedes Classe E BlueTEC HYBRID, prima berlina ibrida diesel della Casa di Stoccarda.

L’H2Roma 2012, uno dei più importanti eventi italiani dedicati alla mobilità sostenibile, è stato scelto per la presentazione in anteprima italiana della nuova Mercedes Classe E BlueTEC HYBRID, la prima ibrida diesel della Casa di Stoccarda che si mostrerà così per la prima volta al pubblico nei giorni tra l’8 e il 10 novembre presso il Salone delle Fontane dell’Eur.

La berlina ibrida tedesca è al momento l’unica nel suo segmento ad offrire una soluzione propulsiva di questo genere, affiancando al motore diesel 2.1 biturbo a 4 cilindri, unità che fornisce una potenza massima di 204 cavalli, un motore elettrico da 20 kW e in grado di erogare una coppia di 250 Nm.

Il concetto ibrido modulare alla base della nuova Mercedes Classe E BlueTEC HYBRID ha il pregio di consentire una facile integrazione di questo schema propulsivo sugli altri modelli della gamma. Alla batteria agli ioni di litio si affianca l’azione del sistema Start&Stop, dell’effetto boost che aiuta nelle accelerazioni e del sistema di rigenerazione dell’energia che converte l’energia cinetica sprigionata in frenata in energia elettrica.

Offerta sia in versione berlina che nella variante station wagon, la Mercedes Classe ibrida è in grado di viaggiare anche in modalità totalmente elettrica e all’H2Roma 2012 è disponibile per una prova su strada aperta ai visitatori interessati.

Oltre all’ammiraglia ibrida diesel, gli spazi espositivi del Salone delle Fontane dell’Eur vedono in questi giorni la presenza del marchio Smart, che ha portato nella capitale italiana la Smart Fortwo Electric Drive e la nuova Smart Ebike, entrambe protagoniste di alcune prove sulle strade della “città eterna”.