Toyota P002 elettrica: nuovo record al Nurburgring

A distanza di un anno Toyota ha ottenuto un nuovo record al Nurburgring, percorrendo con la P002 EV il tracciato in 7 minuti e 22 secondi.

Toyota TMG EV P001

Altre foto »

Una nuova impresa arriva a ulteriore conferma di come i veicoli elettrici abbiano visto aumentare negli ultimi anni la loro efficienza e le loro prestazioni. A salire alla ribalta delle cronache odierne è Toyota Motorsport, divisione sportiva del gruppo giapponese, che ha portato la sua P002 EV ad essere il veicolo elettrico più veloce sul circuito del Nurburgring.

La Toyota P002 EV ha infatti conquistato il suo record superando ogni altro tempo sul giro fatto registrare in precedenza da un veicolo elettrico, riuscendo completare il tracciato tedesco in 7 minuti, 22 secondi e 329 millesimi.

Al volante della vettura c'era il pilota tedesco Jochen Krumbach, che è riuscito a domare i 469 cavalli erogati dal motore elettrico della P002 EV in mezzo ai cordoli del difficile circuito del Nurburgring, superando di 25 secondi il precedente record fatto segnare dalla stessa Toyota con la TMG EV P001 l'anno scorso.

Il prototipo giapponese è alimentato da una batteria da 42 kWh ed è in grado di raggiungere una velocità massima di 260 km/h.

Se vuoi aggiornamenti su TOYOTA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 09 ottobre 2012

Altro su Toyota

Toyota Camry: un teaser anticipa la prossima generazione
Anteprime

Toyota Camry: un teaser anticipa la prossima generazione

La nuova generazione della world car Toyota Camry abbraccerà uno stile più dinamico e sportivo.

Toyota C-HR, elogio della personalità
Ultimi arrivi

Toyota C-HR, elogio della personalità

Estetica "da prototipo", doppia motorizzazione che strizza l’occhio all’ibrido e trazione integrale. La crossover-coupé giapponese sguinzaglia le proprie armi con doti dinamiche sorprendenti.

Toyota: nel 2020 una nuova gamma elettrica extended range?
Ecologiche

Toyota: nel 2020 una nuova gamma elettrica extended range?

Rumors dal Web indicano che il colosso giapponese svilupperà, in tempo per le Olimpiadi di Tokyo, una gamma zero emissioni ad autonomia elevata.