Smart E-Scooter: su strada nel 2014

Smart ha ufficializzato il debutto di E-Scooter, elettrico e hi-tech che segna l'ingresso del marchio nel settore delle 2 ruote.

Smart EScooter

Altre foto »

Nel 2014, Smart andrà su due ruote. Lo annuncia un comunicato ufficiale, firmato ieri da Joachim Schmidt, vicepresidente della Divisione Marketing e Vendite di Mercedes, relativo al debutto di E-Scooter, il "due ruote" elettrico di Smart, presentato in veste di concept al Salone di Parigi 2010 e, ora, ufficializzato nella proiezione del debutto.

Nel documento viene indicato, infatti, che "E' stata presa una decisione favorevole in merito alla messa in produzione di E-Scooter". "Con questo veicolo - prosegue la nota - aggiungiamo un importante tassello nella strategia Smart per la mobilità urbana del futuro".

Rispetto al prototipo parigino del 2010, tuttavia, Smart E-Scooter si presenterà "Ulteriormente rifinito" (sempre secondo il comunicato del marchio che fa capo al Gruppo Daimler).

Lo scooter di Smart propone, in maniera "dimezzata", gli atout di dinamismo e tendenza che hanno decretato il successo della piccola Fortwo, della quale a marzo abbiamo riportato il debutto commerciale della versione Electric drive. Il concetto di partenza che ha portato al concept di Parigi 2010 è "Intelligent Urban Mobility": propulsione elettrica e innovativi contenuti di tecnologia e sicurezza. Ricordiamone brevemente le principali caratteristiche.

Il telaio, in acciaio e alluminio, che riprende la formula della cellula di sicurezza Tridion sviluppata per Smart Fortwo, viene "nascosto" da una scocca in pannelli di plastica intercambiabili (un'altra soluzione già abbondantemente collaudata nella citycar).

Il capitolo sicurezza contiene una serie di accessori innovativi nel settore degli scooter: airbag (sistemato nella parte posteriore dello scudo), ABS, dispositivo Blind Spot Assist (per la segnalazione di eventuali "angoli morti") e fanaleria completa (anteriore e posteriore) a Led.

Lo scooter, che nella versione esposta al salone di Parigi di due anni fa veniva presentato adatto al trasporto di due persone, propone l'interfaccia con i più comuni device portatili (come lo smartphone), grazie a un apposito vano sul manubrio, installato per l'alloggiamento del cellulare, che una volta inserito disattiva l'immobilizer e permette la partenza dello scooter, oltre a fornire i dati di bordo (velocità, riserva di ricarica e informazioni online, come le mappe di navigazione).

La tecnologia più interessante, tuttavia, sta... sotto, ovvero il motore elettrico. Più avanti saremo in grado di fornire eventuali nuovi dettagli in merito. Per il momento, il riferimento va allo EScooter di Parigi 2010, equipaggiato con un motore elettrico da 5,4 CV integrato nella ruota posteriore e alimentato da batterie agli ioni di litio. La ricarica, attraverso un connettore situato all'interno dello scudo, è possibile anche attraverso una comune "presa" domestica, e richiede da 3 a 5 ore, per un'autonomia (dichiarata) di 100 km.

Smart Escooter è omologato come ciclomotore: questo vuol dire che la velocità massima è limitata a 45 km/h.

Se vuoi aggiornamenti su SMART E-SCOOTER: SU STRADA NEL 2014 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 11 maggio 2012

Vedi anche

Smart Electric Drive: al Motor Show in anteprima per l

Smart Electric Drive: al Motor Show in anteprima per l'Italia

La rinnovata versione zero emissioni di Smart sarà protagonista all'imminente kermesse di Bologna Fiere, accanto all'intera gamma di Hambach.

Ricarica rapida: joint venture tra Bmw, Ford, Mercedes e VW

Ricarica rapida: joint venture tra Bmw, Ford, Mercedes e VW

I colossi del comparto automotive hanno siglato una maxi joint venture per diffondere la ricarica rapida per le auto ibride ed elettriche.

Bmw: la ricarica intelligente per sfidare Tesla

Bmw: la ricarica intelligente per sfidare Tesla

La Casa di Monaco ha presentato il nuovo BMW Digital Charging Service per la ricarica intelligente delle auto elettriche e ibride plug-in.