Bmw i8: i render della versione coupé

Alla vigilia della presentazione a Pechino 2012 della Spyder, sul Web circolano alcuni render che illustrano la futura i8 Coupé.

Bmw i8: i render della versione coupé

Tutto su: BMW i8

di Francesco Giorgi

18 aprile 2012

Alla vigilia della presentazione a Pechino 2012 della Spyder, sul Web circolano alcuni render che illustrano la futura i8 Coupé.

Basta qualche ritocco alle immagini di anteprima, che si riferiscono alla spyder, ed ecco come potrà essere una futura versione coupé della Bmw i8, innovativa GT a propulsione ibrida che il marchio di Monaco di Baviera esporrà in première ufficiale al prossimo Salone di Pechino 2012 (in programma dal 27 aprile al 2 maggio).

In questi giorni circolano in Rete una serie di render relativi a una versione “chiusa” della BMW i8. Sebbene le immagini non abbiano ancora il marchio di ufficialità, possono aiutare a farsi un’idea concreta della i8 Coupé.

La filante e, nello stesso tempo compatta, linea della i8 concept (meno di 4,5 metri di lunghezza, profilo laterale a cuneo e accenno di “coda”), caratterizzata da numerose scalfiture che ne rendono più nervoso e meno “monolitico” l’aspetto, è stata raccordata fra parabrezza e parte posteriore, semplicemente attraverso un tetto rigido.

Possiamo pensare che l’autore dei render si sia ispirato ai prototipi – laboratorio (sebbene lievemente camuffati) che sono stati sottoposti a una serie di test nel nord della Svezia. In effetti, l’impostazione generale si discosta ben poco. Così come è del tutto simile alla spider.

Interessante, tuttavia, resta la tecnologia scelta per la BMW i8. La vettura fa parte del progetto Bmw di sviluppo sostenibile nella produzione automobilistica: il nuovo impianto di Lipsia sarà caratterizzato dall’alimentazione proveniente per intero da fonti rinnovabili, e garantirà – secondo le stime Bmw – una riduzione del 70% nell’impiego di acqua e, nel complesso, un calo del 50% nei consumi di energia impiegata per la produzione di ciascun autoveicolo.

La vettura che vedremo al Salone di Pechino 2012 (e che usiamo come termine di riferimento anche per la futura declinazione coupé) viene alimentata da un sistema ibrido che accoppia un nuovo motore 3 cilindri a benzina, da 1,5 litri e sovralimentato mediante turbocompressore a sistema TwinScroll (agente sulle ruote posteriori), a un motore elettrico collegato all’avantreno.

La potenza indicata da Bmw è di 354 CV e 550 Nm di coppia massima complessivi (223 CV – 300 Nm per l’unità a benzina, 131 CV erogati dal motore elettrico). La trazione può essere totalmente elettrica (30 km di autonomia massima attraverso le batterie al litio, che sarà possibile ricaricare in circa due ore attraverso una comune “rete” domestica), oppure “Range extender“, mediante un [glossario:alternatore] ad elevato voltaggio che prende il moto dall’unità a benzina e che caricherà le batterie durante la marcia.

La velocità massima dichiarata è di 250 km/h, l’accelerazione 0 – 100 km/h richiede 5 secondi. I consumi indicati da Bmw si attestano sui 3 litri per 100 km a ciclo medio.