Renault-Enel, nuovo accordo per l’auto elettrica

Renault ed Enel hanno siglato un accordo per l’auto elettrica, volto a facilitare la ricarica e l’individuazione delle colonnine via TomTom.

Renault-Enel, nuovo accordo per l'auto elettrica

Tutto su: Renault

di Andrea Barbieri Carones

17 marzo 2012

Renault ed Enel hanno siglato un accordo per l’auto elettrica, volto a facilitare la ricarica e l’individuazione delle colonnine via TomTom.

Continua la collaborazione tra Enel e Renault Italia: le due aziende hanno firmato un accordo che punta a facilitare l’utilizzo delle auto elettriche, che – per il momento – stentano a prendere piede anche a causa dello scarso numero di colonnine di ricarica.

Grazie a questo accordo i sistemi di navigazione TomTom montati sulle Renault Z.E. permetteranno una rapida visualizzazione dei 3 punti di ricarica Enel più vicini alla vettura, fornendo anche informazioni sulla loro disponibilità.

L’automobilista potrà pertanto essere guidato dal navigatore fino al punto di ricarica disponibile in quel momento, senza percorrere tratti di strada inutilmente, perdendo magari chilometri di preziosa autonomia.

Questo programma è solo il primo di una serie che permetterà agli utenti di auto elettriche altri servizi ad hoc, come la prenotazione di una colonnina di ricarica e la scelta della modalità di ricarica.

Renault ed Enel hanno previsto anche di effettuare prima dell’estate un test di sviluppo per un sistema di ricarica rapida a corrente alternata a 43 kW, che potrebbe essere introdotto nel mercato nel breve periodo. La peculiarità di questo sistema consiste nel fatto che consentirà di ricaricare per l’80% le batterie in appena 30 minuti. Tali impianti saranno costruiti da Enel e le prime auto che potranno usufruire di questo sistema saranno inizialmente la Renault ZOE – il cui lancio è previsto a fine 2012 – e successivamente le altre due emissioni zero della Casa francese: la Fluence Z.E. e la Kangoo Z.E.